Musulmani sotto attacco in tutta Europa. E 2 italiani su 3 non li accetterebbero in famiglia

Aumentano i casi di odio contro le comunità di religione islamica. Nel 2017, solo in Germania si sono registrati 71 assalti a moschee

Una moschea vandalizzata in Germania

La tragedia che ha colpito due moschee in Nuova Zelanda ha riacceso i riflettori sull’odio che circonda le comunità dei migranti di religione musulmana.  Un odio che in Europa è esploso soprattutto con la crisi migratoria e gli attacchi terroristici. E che purtroppo continua a crescere. Secondo i dati più recenti raccolti dall’Osce, in tutta l’Ue si sono registrati oltre 30mila attacchi contro musulmani, sia sotto forma di insulti e molestie psicologiche, sia sotto forma di violenze fisiche.

I Paesi più colpiti, almeno per ampiezza del fenomeno, sono la Germania e il Regno Unito. Nel primo, la polizia ha denunciato 71 attacchi contro moschee e ben 908 atti criminali contro musulmani. Nel Regno Unito, le autorità hanno registrato nel 2017 poco più di 1.200 “incidenti”, con un aumento del 26% rispetto all’anno precedente. In Italia, i dati ufficiali parlano in generale di reati d’odio: 1048 in tutto il 2017, quelli comunicati dalle forze dell’ordine e riportati dall’Ocse. Il network Islamophobia Europe, ha raccolto 17 episodi specifici contro musulmani, come il pestaggio di due uomini da parte di giovani estremisti di destra a Roma. 

Ma questi dati, dicono sempre dal network Islamophobia Europe, rischiano di rilevare solo la punta dell’iceberg. Il fenomeno, secondo quanto emerge dal loro ultimo report, è ben più vasto. Secondo un’indagine dell’Unione europea (EU-Midis), ben il 39% dei musulmani intervistati ha dichiarato di aver subito discriminazioni, mentre il 27% dichiara di aver subito molestie o violenze. Pochissimi di loro, pero’, lo hanno denunciato. E questo anche perché, in non pochi casi, le aggressioni sono avvenute proprio per mano di chi dovrebbe difenderli, ossia la polizia.

Tra le indagini che sottolineano il clima che si respira in Europa intorno alle comunità musulmane, c’è anche quella del Pew Research Center, che ha chiesto a 56mila europei se accetterebbero o meno un musulmano come membro della propria famiglia. In Italia, hanno risposto positivamente solo il 43% degli intervistati, contro il 55% dei tedeschi, il 66% dei francesi e addirittura il 74% degli spagnoli. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (14)

  • Tutti hanno perseguitato e ucciso gli altri anche gli atei (vedi la guerra civile spagnola). In alcuni paesi nel secolo scorso (Albania, Cambogia, Unione Sovietica, ecc.) veniva imposto l'ateismo di stato e chi non si adeguava rischiava la vita. La religione musulmana ove ella esiste ed è praticata costituisce fonte di diritto per lo stato forse per questo fa così paura soprattutto agli atei come il suprematista bianco Australiano

  • Chi semina vento raccoglie tempesta.... se la smettessero i credenti, di qualsiasi religione, di farsi infin.occh.iare dai rispettivi predicatori di falsità, se la smettessero di fare i creduloni che si bevono certe emerite ca.v.o.late... se si adeguassero culturalmente ai tempi e ai costumi, senza per forza esagerare, basta solo che usassero il cervello in modo adeguato... ebbene non ci sarebbero problematiche tipo guerre di religione e simili. Fatevi una domanda..... ma siete proprio sicuri che dio esiste?

  • Nei secoli scorsi vigeva il detto "Inimicus Crucis, inimicus Europae. "

  • Musulmani sotto attacco? Confrontiamo le cifre fra i morti loro e i nostri, e poi vediamo chi è sotto attacco. Sono migliaia i morti negli ultimi anni per gli attacchi del terrorismo islamico, e in tutto il mondo, non solo in Europa. Prima o poi dovevano aspettarsi una reazione, la violenza chiama violenza.

    • Vogliamo parlare dei raid aerei israeliani, dell'occupazione cecena o dei raid aerei nei paesi arabi, ad esempio? Non le conviene confrontare le cifre, si fidi...

      • Caro intellettuale di sinistra,se attaccano i musulmani,azione assolutamente condannabile,un motivo ci sara'. Perché non attaccano i buddhisti o gli ebrei o i sikh? Se non ci sono italiani disposti ad averli in famiglia,bisognerebbe farsi due domande: saranno mica i musulmani che non vogliono integrarsi e non adeguarsi ai nostri usi e leggi? Tipo il rispetto della parita' tra donna e uomo, o per gli omosessuali. O accettare che i propri figli si sposino con individui di un'altra religione. O che le proprie figlie si vestano come ci vestiamo noi occidentali. La maggior parte di loro, non vuole integrarsi con noi,anzi loro vorrebbero che noi ci adeguassimo a loro. Queste sono le conseguenze: qualche cervello malato,si sveglia e combina un casino. Fermo restando che,cio' che e' successo sia una cosa orribile e condannabile.

  • hanno fatto una brutta cosa , ma forse hanno fatto qualcosa che fanno agli altri a casa loro !

    • In Australia? Non mi risultano attentati musulmani con 50 morti lì...

  • Se iniziano le ritorsioni dei Mussulmani, non avremo un futuro sereno. Dicono che la loro è una religione di pace, la storia dimostra il contrario. La storia è maestra di vita ma l'uomo è un pessimo alunno, soprattutto il buonista italico.

    • E invece i cristiani? Se guardiamo la storia, quanti popoli devono ancora sterminare per esser definiti una religione sanguinaria? Ha proprio ragione quando dice che "La storia è maestra di vita ma l'uomo è un pessimo alunno", ma soprattutto il razzista cristiano (che comunque dovrebbe essere un ossimoro; com'era? "Ama il prossimo tuo...").

  • la storia insegna, almeno dovrebbe, o noi o loro.

  • Evviva gli atei, che non hanno mai rotto le p... a nessuno!

    • i peggiori dittatori della storia furono tutti atei dichiarati :Albania, Cina, Corea del Nord, Unione Sovietica, Cambogia ... nessuno è mai stato ucciso in nome dell’ateismo? .

    • Sono d'accordo

Notizie di oggi

  • Attualità

    L'Ue accelera sull'Eurodrone. E l'Italia è al fianco di Francia e Germania

  • Attualità

    Arriva l'auto che capisce se l'autista è ubriaco. E rallentata e accosta da sola

  • Attualità

    In Francia vertice 'europeo' sulla Cina senza l'Italia. Ma Conte lo sminuisce

  • Attualità

    Romania, fake news e propaganda filo-russa in Tv. “Basta pubblicità a chi fa disinformazione”

I più letti della settimana

  • In Francia vertice 'europeo' sulla Cina senza l'Italia. Ma Conte lo sminuisce

  • Migranti, i 5 stelle stufi delle assenze di Salvini: “Vada alle riunioni del Consiglio Ue”

  • “Gli italiani con l’euro”. E Borghi chiede la testa dell'addetto stampa del Parlamento Ue

  • Funzionaria italiana dell'Ue si suicida. M5s: “Troppe domande senza risposta”

  • Amsterdam vieta le visite guidate nel quartiere a luci rosse: “Irrispettose verso le prostitute”

  • Macron vede Conte e sbotta sulla Tav: "Non ho tempo da perdere"

Torna su
EuropaToday è in caricamento