Donna ha disturbi mentali, tribunale deciderà se suo marito potrà ancora fare sesso con lei

Secondo i servizi sociali lei non sarebbe più capace di dare un consenso ragionato. Scatenano polemiche le parole del giudice britannico: “Andare a letto con la moglie è un diritto fondamentale”

Ansa EPA/HANNAH MCKAY

Sarà un giudice, nel Regno Unito, a stabilire se un uomo potrà ancora fare l'amore con sua moglie con cui è sposato da più di venti anni. Lo strano caso è arrivato nelle Aule dei tribunali perché la donna ha cominciato a soffrire di alcuni disturbi mentali. I servizi sociali per questo sostengono che non sia più capace di dare il consenso a suo marito per fare sesso con lui, e chiedono quindi che nei confronti dell'uomo sia emesso un ordine di restrizione per impedire quello che ritengono possa essere equiparabile a uno stupro.

La richiesta di prove

Nonostante l'uomo si sia detto disposto a impegnarsi a non andare più a letto con la moglie, il giudice Justice Hayden ha preso il caso molto seriamente e ha chiesto di vedere tutte le prove prima di prendere una decisione che potrebbe far rischiare in futuro addirittura la galera all'uomo, anche se constatare la violazione dell'eventuale ordine di restrizione non sarebbe certo una cosa semplice.

La polemica

"Non riesco a immaginare a un diritto umano più evidentemente fondamentale di quello di un uomo di fare sesso con sua moglie”, e per questo “il diritto dello stato di controllarlo penso debba essere argomentato correttamente”, ha affermato Hayden. Parole che hanno però scatenato polemica e in tanti le hanno apostrofate come inappropriate. Per la deputata laburista Thangam Debbonaire “legittimano la misoginia e l'odio per le donne”. “Nessun uomo ha diritto nel Regno Unito a insistere per fare sesso. Senza consenso è violenza sessuale”, ha scritto su Twitter la parlamentare.

Potrebbe interessarti

  • La futura leader Ue avverte Salvini: “No al muro anti-migranti con la Slovenia”

  • Migranti, Germania e Austria bocciano il piano italiano: "Vecchio di 3 anni"

  • Boeing 737 Max coinvolti in due incidenti, accuse a Ryanair: "Li vuole usare cambiandogli nome"

  • Negata casa a Bruxelles ad assistente della Lega in quanto italiano. Lui: “Razzisti”

I più letti della settimana

  • Migranti, Germania e Austria bocciano il piano italiano: "Vecchio di 3 anni"

  • Boeing 737 Max coinvolti in due incidenti, accuse a Ryanair: "Li vuole usare cambiandogli nome"

  • Negata casa a Bruxelles ad assistente della Lega in quanto italiano. Lui: “Razzisti”

  • Difesa europea, Macron convoca vertice con 11 Paesi Ue. Ma l'Italia non c'è

  • Carola Rackete al Parlamento Ue? Lega e Forza Italia attaccano: "Una vergogna"

  • Migranti, Von der Leyen: "Salvare vite in mare è un dovere, riformare regole di Dublino"

Torna su
EuropaToday è in caricamento