Facebook a pagamento? Il M5s chiede l'intervento di Bruxelles

L'eurodeputato Marco Zullo denuncia la "furbata" di Zuckerberg: "Vuole cambiare i termini di servizio del social network per sottrarre 1,5 miliardi di utenti a regole più eque e stringenti di quelle americane o asiatiche"

Vuoi continuare a usare il tuo profilo Facebook ma non accetti che i tuoi dati siano venduti a terzi? Allora, devi pagare. Sarebbe questa una delle ipotesi al vaglio dei manager del social network per venire incontro alle nuove norme europee sulla privacy, che scatteranno a maggio, e per rispondere allo scandalo di Cambridge Analytica, la società di ricerca che avrebbe usato milioni di account Facebook per fini politici e commerciali. Un'ipotesi contro cui si scaglia il Movimento 5 Stelle, che in una nota chiede l'intervento della Commissione europea. 

La "furbata" di Zuckerberg

”Chi naviga sul web deve avere la certezza che i propri dati siano al sicuro - dice l'eurodeputato M5s Marco Zullo - Questa fiducia non va tradita. Ecco perché non possiamo accettare l’ipocrisia di Mark Zuckerberg. Pubblicamente dichiara di voler garantire la massima protezione dei dati degli utenti e di voler applicare le nuove regole europee sulla protezione dei dati personali a tutti gli utenti mondiali, ma in realtà intende cambiare i termini di servizio del social network per sottrarre 1,5 miliardi di utenti a regole più eque e stringenti di quelle americane o asiatiche”.

Come? “La numero 2 di Facebook, Sheryl Sanderberg, avanza l'ipotesi che per non minare il modello di business della piattaforma social, gli utenti che non vorranno cedere i propri dati a terzi, in futuro, potrebbero essere costretti a pagare - spiega ancora Zullo - Non siamo qui per farci raggirare. Vogliamo norme che siano flessibili per lo sviluppo delle imprese, certo, ma che mettano al centro il cittadino e la protezione dei suoi dei dati”.

Sulla stessa linea un'altra 5 Stelle, la deputata Mariella Liuzzi: "Se è vero che i dati sono il nuovo petrolio, allora devono essere trattati con le cautele e il rispetto che meritano, perché la persona, con i suoi diritti, deve essere al centro”, dice Liuzzi.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Giustissimo far pagare per usare facebook.. almeno piu di qualche idiota riuscira a farne a meno..vediamo se postare cazzate per un "mi piace" a pagamento sara cosi importante per tutti...

  • Sono d'accordo sul fatto che facebook sia a pagamento. Difatti, fino ad adesso non mi sono iscritto, ma se pagano bene potrei farci un pensierino.

  • Con i dati venduti come si comporteranno? Pagheranno gli utenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Accusati truccare i test d'inglese, Londra espelle centinaia di studenti stranieri

  • Attualità

    Elezioni europee, arriva il test per aiutare gli indecisi 

  • Attualità

    Boschi in fiamme, arriva la flotta europea di soccorso per aiutare gli Stati membri

  • Attualità

    "Il vero leader dell'Italia è Salvini, non Conte". E Verhofstadt lo sfida a un confronto

I più letti della settimana

  • Tensione tra Italia e Austria: "Siete come la Grecia", "Pensi prima di parlare"

  • "Il vero volto dei sovranisti Ue: al fianco delle lobby e contro famiglie e lavoratori"

  • Anche la Germania apre ai monopattini elettrici

  • Meloni: "Far votare i militari all'estero". Ma dimentica 3 milioni di italiani

  • "L'Ue impone all'Italia di dare le case popolari ai rom". Ma è una bufala

  • Sindacato blocca la distribuzione alle edicole del settimanale con Salvini in copertina

Torna su
EuropaToday è in caricamento