In Germania l'estrema destra denuncia Angela Merkel

Alternative per la Germania contro la cancelliera che accusano abbia obbligato il premier della Turingia, eletto con i loro voti, a lasciare l'incarico. “È stata coercizione”

Angela Merkel - foto Ansa EPA/CLEMENS BILAN

Il terremoto causato dall'elezione a presidente della Turingia del liberale Thomas Kemmerich, poi dimessosi, avvenuta anche con i voti di Alternativa per la Germania (AfD), non sembra destinato a finire. Il partito di estrema destra ha deciso di denunciare la cancelliera Angela Merkel per le sue dichiarazioni sulla crisi politica scoppiata a Erfurt, la capitale del Land.

La denuncia

"Sporgerò denuncia contro Merkel per coercizione del premier", ha annunciato il controverso capogruppo del movimento in Turingia, Bjoern Hoecke. L'azione legale poggerebbe sulle dichiarazioni rese dalla cancelliera il 6 febbraio dal Sudafrica, quando la ex leader dei cristiano democratici ha definito "imperdonabile" l'elezione di Kemmrich e ha chiesto che se ne annullassero gli effetti. Hoecke la accusa di aver costretto Kemmerich alle dimissioni.

"Abuso di potere"

Stessa azione in tribunale verrà promossa dalla leadership federale del partito: "Dal momento che la signora Merkel non riveste più una funzione rilevante nella Cdu e dal momento che nel Paese africano non si trovava come esponente riconoscibile della Cdu ma come capo del governo, ci troviamo di fronte ad un chiaro caso di abuso di potere che danneggia il diritto dei partiti ad avere pari opportunità", ha dichiarato il leader dell'AfD Joerg Meuthen.

La vicenda

La settimana scorsa Kemmerich era stato eletto a sorpresa capo del governo del Land tedesco, battendo per un soffio il candidato della sinistra radicale Die Linke, Bodo Ramelow, grazie ai voti della Cdu, dei liberali Fdp e a sorpresa quelli di Alternative fuer Deutschland. L'uomo a soli tre giorni dall'elezione si è dimesso ma le polemiche per questa alleanza inedita con una forza politica, contro cui i principali partiti del Paese hanno deciso un cordone sanitario, non si sono arrestate.

Le dimissioni di Akk

Lunedì scorso Annegret Kramp-Karrenbauer, nota coma AKK, colei che ha ereditato le redini della Cdu da Merkel, ha annunciato che abbandonerà non solo il vertice del partito, ma anche la corsa alla successione della stessa cancelliera alla guida del governo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Varoufakis diffonde gli audio segreti delle riunioni dell’Eurogruppo. Ue: “Siamo rammaricati”

  • La Nato ‘ordina’ a Bruxelles di comprare più F35

  • “Il Carnevale è antisemita, sia vietato”, Israele contro i carri di Aalst

  • Ok alla fabbrica di auto ecologiche Tesla, ma si disboscheranno 92 ettari di boschi

  • Coronavirus, Ue contro Salvini: "Deplorevole uso crisi a fini politici"

  • "Stare a letto o passare cinque giorni immersi in vasca", i nuovi studi dell'Esa sull'assenza di gravità

Torna su
EuropaToday è in caricamento