Criptovalute, Bruxelles: “Pronti ad evitare rischi ingestibili”

Commissione e Consiglio: “Adotteremo tutte le misure necessarie per garantire standard adeguati di protezione di consumatori e condizioni monetarie”

Le criptovalute come i bitcoin possono causare “rischi ingestibili” per i consumatori e per questo bisogna prepararsi ad agire per evitarli.

Proteggere consumatori e finanza

Il tema è stato affrontato nella riunione dell'Ecofin al termine del quale i ministri dell'Economia dei Paesi membri e la Commissione hanno affermato di essere “pronti ad adottare tutte le misure necessarie per garantire standard adeguati di protezione dei consumatori e condizioni monetarie e finanziarie ordinate”. In un documento congiunto le due istituzioni affermano che “tutte le opzioni dovrebbero essere sul tavolo, comprese eventuali misure per prevenire la creazione di rischi ingestibili da parte di determinate 'stablecoin (cioè le criptovalute, ndr), globali”.

Opportunità e sfide

Nella dichiarazione si afferma che le criptovalute “possono presentare opportunità in termini di pagamenti economici e veloci, in particolare pagamenti transfrontalieri”, ma allo stesso tempo “questi accordi pongono sfide e rischi sfaccettati, ad esempio protezione del consumatore, privacy, fiscalità, sicurezza informatica e resilienza operativa, riciclaggio di denaro, finanziamento del terrorismo, integrità del mercato, governance e certezza del diritto”. Quando un'iniziativa "stablecoin" ha il potenziale per raggiungere una scala globale, continua il testo, “è probabile che queste preoccupazioni vengano amplificate e possano sorgere nuovi rischi potenziali per la sovranità monetaria, la politica monetaria, la sicurezza e l'efficienza dei sistemi di pagamento, la stabilità finanziaria e una concorrenza leale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Naufragio fece 1000 morti, Corte Ue: “Italia risarcisca”

  • Nuovi diesel sotto accusa: “Inquinano fino a 1000 volte quanto dichiarato dai test ufficiali”

  • “Vietata la bandiera italiana al Parlamento europeo”, la Lega attacca Sassoli

  • Smog, Italia è il secondo Paese Ue più inquinato dopo la Romania

  • “No alle bombe nucleari Usa a casa nostra”. Scoppia il caso in Belgio, ma riguarda anche l’Italia

  • "Proteggere le giovani donne dall'immigrazione": Austria verso stop a velo nelle scuole

Torna su
EuropaToday è in caricamento