Stretta Ue sulla criminalità organizzata, più facili le confische transfrontaliere

Ci saranno tempi più rapidi e sarà data priorità all’indennizzo delle vittime. La relatrice: “Rafforziamo la giustizia europea”

Tempi più rapidi per il congelamento e la confisca dei beni della criminalità organizzata e priorità all'indennizzo delle vittime. Sono questi i punti principali delle uove regole approvate dal Parlamento europeo e su cui c'è' già un accordo informale con i governi. Secondo uno studio di Europol del 2016, attualmente nell'Ue viene confiscato solo l'1,1% dei profitti criminali. Le nuove misure prevedono l'introduzione di scadenze precise, documenti standardizzati e nuovi diritti per le vittime. Il testo, approvato con 531 voti a favore, 51 contrari e 26 astenuti, afferma che quando uno Stato membro che riceverà un ordine di confisca da un altro Paese Ue disporrà di 45 giorni di tempo per eseguirlo. I provvedimenti di congelamento transfrontalieri devono essere eseguiti con la stessa rapidità e priorità di quelli nazionali. Le autorità avranno quattro giorni di tempo per congelare i beni se la richiesta di confisca e' urgente.

Rafforzata la giustizia europea

“Questo strumento di riconoscimento reciproco dei provvedimenti di congelamento e confisca rafforza la giustizia europea”, ha rivendicato la relatrice per l’Aula, la liberale francese Nathalien Griesbeck, secondo cui il nuovo sistema “e’ più equo per le vittime e consolida la nostra lotta contro il finanziamento del terrorismo”. Quanto ai documenti standardizzati saranno utilizzati certificati e moduli standard per garantire che i paesi Ue agiscano più rapidamente e comunichino in modo più efficiente. Ove richiesto, gli Stati membri potranno confiscare beni ad altre persone legate all'organizzazione criminale in questione e potranno anche agire nei casi in cui non vi sia una condanna, ad esempio se l'indagato e' fuggito.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Prima le vittime

Infine, le vittime saranno le prime a ricevere un risarcimento quando i beni confiscati saranno distribuiti. Il Consiglio Ue dovrebbe approvare formalmente il regolamento nelle prossime settimane. Le nuove norme, che fanno parte di un pacchetto di misure destinate a combattere il finanziamento del terrorismo e la criminalità organizzata, si applicheranno poi 24 mesi dopo la loro pubblicazione in gazzetta ufficiale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Noi lavoriamo per pagare le vacanze agli italiani", settimanale olandese contro gli aiuti Ue

  • La "Vespa cinese" troppo simile a quella Piaggio, Ue blocca lo scooter di Pechino

  • Una targa personalizzata Covid 19: "L'ho fatto per ricordare alle altre auto di tenere la distanza"

  • Voli, voucher al posto del rimborso: Bruxelles striglia i governi. Ma rispondono solo in 12

  • Barbecue con carne e vino mentre erano in servizio, inchiesta su tre poliziotti

  • Anche Orban contro il piano di aiuti Ue all'Italia: "Finanzia i ricchi coi soldi dei poveri"

Torna su
EuropaToday è in caricamento