Coronavirus, “dare 2mila euro a ogni cittadino Ue”

La proposta della Sinistra Gue “per assicurare necessità di base durante emergenza”. Richiesto anche il divieto di vendite allo scoperto e degli attacchi speculativi in Borsa

Un versamento incondizionato di 2mila euro a tutti i cittadini dell'Ue, garantito dalla Banca centrale europea. La misura per contrastare gli effetti economici del coronavirus fa parte di un piano d'azione messo a punto dagli eurodeputati del gruppo parlamentare Ue della Sinistra unitaria europea (Gue). Martin Schirdewan e Manon Aubry, i due co-presidenti della formazione di sinistra radicale dell’Eurocamera hanno presentato il pacchetto di proposte indirizzate alla commissione Economia del Parlamento europeo.

Borse e imprese

Tra i provvedimenti richiesti, anche il divieto di vendite allo scoperto e degli attacchi speculativi, maggiore assistenza per le piccole e medie imprese da parte della Banca europea per gli investimenti e la revoca delle sanzioni dell'Ue a tutti i Paesi colpiti dall'emergenza Covid-19. 

L'aiuto

“Chiediamo un pagamento dalla Bce di almeno 2mila euro al mese a tutti i cittadini dell'Ue per garantire che le necessità di base possano essere soddisfatte per tutta la durata della crisi”, sottolinea nella nota il co-presidente della Gue, Martin Schirdewan

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Politiche monetarie

“Vogliamo che la Bce agisca come prestatore di ultima istanza per gli Stati membri e che dia liquidità alle famiglie e alle imprese, per proteggere i posti di lavoro e i redditi”, ha aggiunto la co-presidente Manon Aubry.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, niente aiuti Ue senza sacrifici: Germania e Olanda dicono no a Italia e Spagna

  • "Ue indaghi sui Paesi che chiedono i coronabond", bufera sul ministro olandese

  • Tanti contagi, pochi morti: il coronavirus in Germania è un mistero

  • Migranti, Di Maio chiude i porti: "No a sbarchi dalla Libia, c'è il coronavirus"

  • "Il Mes ve lo potete tenere", "No ai coronabond": nell'Ue niente intesa sulle misure anti-Covid

  • "Lega blocca gli aiuti Ue all'Italia per farsi pubblicità", l'accusa di Pd e M5s

Torna su
EuropaToday è in caricamento