Coronavirus, la Cina promette: basta frodi su test e mascherine da parte di nostre imprese

Dopo il caso della Spagna, che si è vista recapitare 640mila kit per i tamponi epidemiologici, il governo di Pechino ha deciso di escludere dall'export verso l'Ue tutte le aziende non certificate

Il caso più eclatante è stata la Spagna, che nel pieno dell'emergenza del coronavirus, si è vista recapitare 640mila kit per i test epidemiologi che di fatto sono inutilizzabili. Ma anche Olanda e Slovacchia hanno denunciato casi simili. A legare queste denunce, la provenienza del materiale medico acquistato: la Cina. E cosi', anche per evitare un colpo all'immagine internazionale del Paese, il governo di Pechino ha deciso di intervenire per evitare nuovi casi di frode.

Secondo quanto reso dal ministero del Commissione, il governo ha escluso dall'export delle forniture mediche tutte quelle aziende che non hanno la licenza rilasciata dall'ente nazionale responsabile. La misura riguarda i kit dei test sul coronavirus e altro materiale per combattere la pandemia del Covid-19. Prima, per l'export verso l'Europa, era sufficiente l'accredito Ce.

Nei giorni scorsi, la Commissione europea aveva lanciato l'allarme sulle truffe legate ai farmaci e agli articoli medici più richiesti in queste settimane di pandemia. Bruxelles ha puntato il dito soprattutto sulle truffe via web delle "mascherine chirurgiche contraffatte". Secondo la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, in un videomessaggio pubblicato su un social network, "la quantità di crimini informatici nell'Unione è cresciuta. E il numero di farmaci contraffatti, spray disinfettanti, cure miracolose vendute in rete è stupefacente".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Europol ha sostenuto nei giorni scorsi una grande operazione di polizia contro il traffico di farmaci contraffatti: "come risultato di quest'operazione - ha spiegato von der Leyen - oltre 4,4 milioni di unità di farmaci illegali sono stati sequestrati in tutto il mondo, 37 organizzazioni criminali sono state smantellate, sono stati effettuati 121 arresti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Noi lavoriamo per pagare le vacanze agli italiani", settimanale olandese contro gli aiuti Ue

  • La "Vespa cinese" troppo simile a quella Piaggio, Ue blocca lo scooter di Pechino

  • Una targa personalizzata Covid 19: "L'ho fatto per ricordare alle altre auto di tenere la distanza"

  • Voli, voucher al posto del rimborso: Bruxelles striglia i governi. Ma rispondono solo in 12

  • Barbecue con carne e vino mentre erano in servizio, inchiesta su tre poliziotti

  • Anche Orban contro il piano di aiuti Ue all'Italia: "Finanzia i ricchi coi soldi dei poveri"

Torna su
EuropaToday è in caricamento