Cane uccide donna e figlio, ma scatta la corsa per salvarlo: “Ingiusto sopprimerlo, era stato addestrato per combattere”

Si chiama Chico lo staffordshire terrier che sta dividendo la Germania. Una petizione ha raccolto 250mila firme per chiedere alla autorità di fermare l'esecuzione: “Dategli una vita amorevole”

Foto tratta dalla pagina della petizione su Change.org

Quando i vigili del fuoco hanno fatto irruzione nell'appartamento, si sono trovati di fronte una scena da film dell'orrore: Lezime e il figlio Liridon erano a terra senza vita in una pozza di sangue. Ad azzannarli a morte era stato il loro cane, Chico, uno staffordshire terrier. Inevitabile la decisione delle autorità di Hannover, la città tedesca dove è avvenuta la tragedia: il cane va soppresso. Ma Chico è ancora in vita. A salvarlo dalla condanna, per il momento, è la mobilitazione di massa di cittadini e animalisti che hanno raccolto oltre 250mila firme per chiedere che venga portato in un centro per cani con problemi comportamentali.

Alcuni attivisti hanno persino provato a fare irruzione nella struttura in cui Chico è detenuto. Tanta rabbia nasce dal fatto che, come hanno rivelato alcuni media locali, il cane ha alle spalle un passato di maltrattamenti e sarebbe stato addestrato per combattere dalla stessa donna poi uccisa.

La storia di Chico

Chico, stando alle ricostruzioni, era stato comprato da Lezime otto anni fa, poco prima della liberazione anticipata dal suo ex marito, che l'aveva aggredita con un'ascia nel 2005. Le ferite che ha subito l'hanno costretta a usare una sedia a rotelle e la donna aveva confidato ai vicini di aver comprato il cane per proteggere se stessa e i suoi quattro figli dall'ex coniuge nuovamente in circolazione. Chico, come hanno raccontato i vicini, era stato rinchiuso in una gabbia dentro l'appartamento per la sua aggressività.

Aggressività permanente

Nel 2011, un assistente sociale che seguiva il figlio della donna, ucciso anche lui dal cane, aveva convinto la famiglia a portare Chico da un addestratore, il quale aveva certificato che la famiglia non era in grado di affrontare l”aggressività permanente” dell'animale.

Secondo quanto messo nero su bianco su un rapporto dell'assistente sociale, il cane “era stato addestrato per essere una macchina da combattimento”. Su consiglio dell'addestratore, l'ufficio di ispezione veterinaria avrebbe dovuto togliere Chico alla famiglia. Ma nulla si è mosso. Fino alla tragedia.

La petizione

“Una valutazione esperta, se fosse stata effettuata, avrebbe vietato alla proprietaria di tenere questo animale”, ha detto uno dei promotori della petizione “Let Chico Live”

Un portavoce del Comune di Hannover ha fatto sapere che, anche a seguito delle protese, le autorità stanno studiando la possibilità di mettere l'animale in una struttura sicura per cani con problemi comportamentali. “Stiamo valutando se una tale struttura possa garantire che il cane non costituisca più un pericolo per il pubblico”, ha affermato. Ma ci sono state anche decine di richieste di persone che chiedono l'affidamento di Chico. 

Corina Ludwig, una dei firmatari della petizione, ha scritto: "Chico merita una seconda possibilità con qualcuno che ha esperienza con i cani. Per favore, aiutiamolo affinché possa finalmente avere una vita amorevole”.
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (24)

  • Ma se al posto di quella madre con suo figlio ci fosse stata tua moglie e tuo figlio eri sempre dello stesso parere? Ma fammi il piacere!!!!!!!!!!!!!!!

  • Come no! Io lo darei in affidamento a qualcuno di questi signori, che passano dal “Cainismo” al “Canismo”, con la stessa facilità con cui bevono un caffè. Da tenerlo naturalmente in casa, insieme alla propria famiglia.

  • Giusto.... però per coerenza una di queste 250.000 firme lo dve adottare questo povero piccolo...

  • L'espressione di questo sfortunato cane è qualcosa che causa come un pugno allo stomaco. Non so se è recuperabile e se, in fondo, a otto anni, gli interessi. Per recuperarlo ci vuole molto tempo e intanto invecchia senza aver in fondo mai vissuto una degna vita di cane. Noi ragioniamo da umani. Lui continuerà a ragionare da cane. Ma come in noi a seguito di forti e continui traumi si può spezzare qualcosa dentro se stessi, temo che anche per Chico qualcosa si sia ormai spezzato per sempre.

    • Nadia, penso che tu abbia perfettamente ragione. Aggiungo solamente che chi ha permesso a chico che qualcosa si spezzasse, è proprio l'essere umano, compreso quello che, unitamente agli altri, oggi ha deciso di sopprimerlo.

      • Infatti. L'hanno tenuto rinchiuso in una gabbia per 7 anni in un appartamento e Chico non abbaiava, non guai a, non sgambava? Nessuno dei vicini sapeva o sentiva lamenti o latrati? Poteva accadere già anni fa. È tutto strano. Se solo Chico potesse parlare...

  • Rifate la petizione, ma prima lasciate gli animalisti firmatari e il cane nello stesso luogo per qualche giorno: sicuramente per un motivo o un altro le firme diminuiranno! :D :D :D

    • Che voglio me che sei

  • Sorta mia! Focu meu! Nonn'è per casu ca vene quai e me mozzica puru a mie?

    • Popputo di m.... scrivi in italiano ma non ti rendi conto che ci sono due morti in questa vicenda?

  • Ma per favore...non c'entra niente se non è colpa sua: è pericoloso e va abbattuto, punto! I soliti animalari nazisti vegani, che amano più i cani degli umani, dovrebbero essere messi in una gabbia con Chico e vediamo se dicono ancora codeste idiozie.

    • Mago Silvan o indovino? Forse sei un santone, onnisciente ed onnisapiente visto che esprimi giudizi ed accoppiamenti fallaci. "Animalari nazisti vegani". Ti risulta che Hitler aveva un cane di nome blondi? Ti risulta che lo amava? Ti risulta che Hitler era il primo nazista? Questo ti dice qualcosa? Non comprendo il nesso circa l'accozzaglia dei termini da te usati. Ho provato a cercare sul Treccani il significato di "animalaro", ma non l'ho trovato. Per caso, lo hai coniato tu? Se così fosse, ti segnalo alla Fondazione Nobel di Stoccolma, visto che conosco alcuni designatori accreditati, i quali, sarebbero ben lieti di farlo. Inoltre, mi spighi da cosa arguisci che i vegani "amano più i cani degli umani"? Mi piacerebbe capire qual è il nesso, la relazione che lega i due termini? Forse la risposta ai vari punti interrogativi risiede in ben altri ambiti.

    • Analogamente certi buonisti dovrebbero essere posti a convivere con le "risorse" di Macerata.

    • Di sicuro un cazzone come te non avrei problemi a schiacciarlo.Detto questo non sei obbligato a commentare anzi se taci fai più bella figura.

    • caro mago silvan....persone come te senza cuore dovrebbero rimanere soli...cuore arido e tanta rabbia.

      • "Puoi conoscere il cuore di un uomo già dal modo in cui egli tratta gli animali". (Immanuel Kant).

  • Io sono a favore di Chico, molte persone credono di utilizzare gli animali a loro uso e consumo...spero che il cane si salvi, e ne sono certa, perchè la causa di tutto cio è sempre conducibile all uomo. ps non sarei cosi comprensiva se si trattasse du una oersona, perche la causa del male in genere è sempre l essere umano.

  • Questa gente sarebbe così comprensiva anche se si trattasse di una persona ? 250.000 firme non sono mica poche ....

  • Questa gente non ha di meglio da fare?!

    • Si che ha da fare. Cerca di convertire quei beceri e stolti che odiano gli esseri viventi diversi dagli umani, inconsapevoli del fatto che sia i cani, sia i gatti che gli altri animali superiori, appartengono tutti al "regno animale". Conversione che non raggiungerà mai l'obiettivo con le pseudo persone ignoranti e senza cuore.

    • Neanche te vedo.

      • Pensa alle centinaia di donne e bambini che si ammalano ogni anno x l'inquinamento, povero d.....nte

        • E quindi adesso che c'ho pensato. Ma piantala

Notizie di oggi

  • Lavoro

    Banche e risparmiatori truffati, perché l’Italia potrebbe chiedere i danni all’Ue

  • Attualità

    Stop alle aziende cinesi nei nostri appalti pubblici: Francia e Germania sfidano Pechino

  • Attualità

    “Gli italiani con l’euro”. E Borghi chiede la testa dell'addetto stampa del Parlamento Ue

  • Lavoro

    "No all'assunzione di 10mila guardie Ue di frontiera", l'Italia contro il piano di Frontex

I più letti della settimana

  • Cina, Prodi 'apre' al governo: "Italia intercetti la nuova via della seta". E sull'Ue: "Pane mezzo cotto"

  • Musulmani sotto attacco in tutta Europa. E 2 italiani su 3 non li accetterebbero in famiglia

  • “Gli italiani con l’euro”. E Borghi chiede la testa dell'addetto stampa del Parlamento Ue

  • Test alcolico pre-guida e sistema anti-distrazione: ecco i nuovi salva-vita obbligatori per le auto

  • Pensioni "care" e scuole senza fondi: sul sociale l'Italia spende più della Germania

  • Orban chiede scusa: “Non buttatemi fuori dal Ppe”

Torna su
EuropaToday è in caricamento