Calenda difende Conte: "Non accetto attacchi alla dignità del mio Paese"

L'esponente del Pd critica le parole del laeder dei liberali europei Guiy Verhofstadt, che ieri al Parlamento a Strasburgo aveva definito il premier "un burattino" nella mani di Salvini e Di Maio

"Non accetto attacchi alla dignità del mio Paese. Conte o non Conte. Perché l'Italia merita rispetto indipendentemente da chi la rappresenta pro tempore. E noi italiani dobbiamo ricordarcelo". Parola (o egio tweet) di Carlo Calenda, che decisamente contro corrente rispetto al resto dei suoi compagni del Pd, ha preso le difese del premier dopo i duri attacchi ricevuti ieri nel corso del suo intervento al Parlamento europeo a Strasburgo. Tra questi, quelli del leader dei liberali europei Guy Verhofstadt, che lo ha definito "burattino di Salvini e Di Maio".

"A me che qualcuno dia del burattino in una sede istituzionale internazionale al Presidente del Consiglio del mio Paese mi fa notevolmente incazzare. Comunque la si pensi", dice l'ex ministro rispondendo alla collega dem Alessia Morani, sempre su Twutter. Su Verhofstadt, Calenda dice "lo conosco e non discuto le sue buone intenzioni o il suo amore per l'Italia. Ma ha sbagliato. Punto. Poteva dire le stesse cose senza offendere il Presidente del Consiglio di un Paese fondatore".

Le parole di Calenda hanno provocato diverse critiche sul web. A cui l'ex ministro ha provato a rispondere, prima di arrendersi: "Bene adesso dopo aver difeso il Presidente del Consiglio (il che mi ha provocato una discreta gastrite), vado a lavorare per dare il mio contributo alla sua defenestrazione".

Potrebbe interessarti

  • La futura leader Ue avverte Salvini: “No al muro anti-migranti con la Slovenia”

  • Bruxelles boccia 'quota 100' e promuove la Fornero: "Attuare le riforme precedenti"

  • Negata casa a Bruxelles ad assistente della Lega in quanto italiano. Lui: “Razzisti”

  • "Non solo ong, anche navi Ue nel Mediterraneo per soccorrere i migranti", la proposta del governo tedesco

I più letti della settimana

  • La futura leader Ue avverte Salvini: “No al muro anti-migranti con la Slovenia”

  • L’Ue promuove il reddito di cittadinanza: “Contribuisce alla crescita del Pil”

  • Negata casa a Bruxelles ad assistente della Lega in quanto italiano. Lui: “Razzisti”

  • Difesa europea, Macron convoca vertice con 11 Paesi Ue. Ma l'Italia non c'è

  • Migranti, Germania e Austria bocciano il piano italiano: "Vecchio di 3 anni"

  • Carola Rackete al Parlamento Ue? Lega e Forza Italia attaccano: "Una vergogna"

Torna su
EuropaToday è in caricamento