Brexit, Conte "escluso" dal pre-vertice ristretto con Macron e Merkel

Il Belgio convoca una riunione a 7 prima dell'apertura dei lavori del summit straordinario di Bruxelles. La motivazione formale è di coordinare i Paesi più colpiti dall’uscita del Regno Unito dall’Ue. Ma la mossa rischia di creare malumori tra i non invitati. Tanto più che l'Italia è l'unico dei grandi Stati membri a non esserci

Il premier belga Michel con Macron e Merkel durante un vertice Ue

Una riunione tra i leader dei Paesi che subirebbero maggiori danni dall’uscita di Londra dall’Unione europea. Sarebbe questo il criterio adottato dal premier belga Charles Michel per scegliere gli invitati alla riunione che si terrà poche ore prima del Consiglio europeo, nel quale si decideranno le sorti del Regno Unito e del suo travagliato abbandono dell’Ue. E così non ci sarà l’Italia, evidentemente ritenuta meno colpita dalla Brexit rispetto agli altri Paesi invitati al pre-summit: Germania, Francia, Irlanda, Paesi Bassi, Danimarca, la Spagna e il Belgio, padrone di casa.

Scopo dell'incontro, che secondo il quotidiano belga Le Soir avverrà nello stesso Palazzo Europa dove si terrà il summit a 28, è trovare una linea condivisa, evitando così contrapposizioni durante il vertice “ufficiale” sulla richiesta di proroga di Londra. La premier britannica Theresa May chiederà infatti una nuova estensione dei tempi per il raggiungimento di un accordo sull’uscita dall’Ue. Un rinvio che potrebbe determinare la clamorosa partecipazione del Regno Unito alle elezioni europee di fine maggio. E quindi alla formazione del nuovo Parlamento e Commissione Ue. 

Fatta eccezione per la Spagna, tutti i Paesi convocati da Michel sono geograficamente prossimi alla Gran Bretagna. Gli iberici sarebbero stati invitati alla riunione per via del loro interesse su Gibilterra, territorio britannico i cui destini sono ancora incerti.

Potrebbe interessarti

  • Crociere da record, 7 milioni passeggeri nell'Ue: Italia prima destinazione

  • "Provoca terremoti", chiude il più grande giacimento di gas naturale d'Europa

  • Sciopero Ryanair a fine agosto, ecco perché i piloti minacciano lo stop di 48 ore

  • Alta velocità Napoli-Bari, oltre 100 milioni dalla Commissione Ue

I più letti della settimana

  • "Provoca terremoti", chiude il più grande giacimento di gas naturale d'Europa

  • Alta velocità Napoli-Bari, oltre 100 milioni dalla Commissione Ue

  • Crisi governo, Bruxelles 'promuove' Conte: "Ha fatto bene in contesto problematico"

  • "Il reddito di cittadinanza anche a noi", in Belgio favorevoli 6 su 10

  • Carbone, 5 Paesi Ue continuano a produrlo. Dal 1990 consumo dimezzato

  • Migranti, la Lega musulmana all'Ue: "Aiutare l'Italia"

Torna su
EuropaToday è in caricamento