Brexit, ultimatum Ue a May: soluzione sul confine irlandese entro ottobre

Tusk ha promesso un Consiglio straordinarioa novembre ma entro quello del mese precedente pretende già risultati concreti: "Non sarà un vertice di emergenza"

Foto European Council

Il tempo a disposizione è agli sgoccioli. A ottobre si capirà fino a che punto sarà possibile trovare un accordo per la Brexit, il processo di uscita del Regno Unito dall’Ue. Al termine del vertice informale del leader a Salisburgo il presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, si è detto pronto a convocare un summit straordinario il 17 e 18 novembre, ma a una sola condizione: che sia un appuntamento per chiudere le trattative. “Se pensiamo di poter finalizzare un accordo terremo il summit, ma senza conclusioni positive al vertice di ottobre non lo convocherò. Non sarà un vertice di emergenza”, e' stato l'avvertimento lanciato al governo di Theresa May.

Tutto in bilico

C’è dunque la disponibilità a lavorare per giungere a una conclusione, ma la verità è un’altra: tutto è in bilico, e le trattative sono ancora in alto mare. “Non possiamo nascondere che siamo nel mezzo di negoziazioni molto difficili – riconosce Tusk – e uno scenario di non-accordo non può essere escluso”. Non c’è ancora nessun passo avanti di rilievo nelle due questioni principali, confine anglo-irlandese e libertà di circolazione. Qui la linea dell’Ue è inflessibile. “Per noi le libertà fondamentali non sono negoziabili, e senza piene e forti garanzie sul confine irlandese non ci sarà un accordo di ritiro”, sottolinea Tusk. Il vertice dei capi di Stato e di governo dell’Ue di ottobre “è il momento della verità”, sintetizza Tusk. O per quella data si registrano i “massimi progressi” possibili, oppure si inizierà a ragionare su come prepararsi al fallimento delle trattative.

Potrebbe interessarti

  • Crociere da record, 7 milioni passeggeri nell'Ue: Italia prima destinazione

  • 507 migranti fermi in mare. E il centrosinistra spagnolo fa come Salvini

  • Il Lussemburgo sarà il primo Paese Ue a legalizzare (davvero) la cannabis

  • Migranti, tutte le leggi che viola Salvini

I più letti della settimana

  • Crociere da record, 7 milioni passeggeri nell'Ue: Italia prima destinazione

  • 507 migranti fermi in mare. E il centrosinistra spagnolo fa come Salvini

  • "Portate la Tav anche al Sud", l'appello di Al Bano a Bruxelles

  • “Alcoltest nei porti per bloccare camionisti e conducenti in stato d’ebbrezza”

  • Altro che taglio delle accise: il diesel più caro d'Europa è in Italia

  • Sciopero Ryanair a fine agosto, ecco perché i piloti minacciano lo stop di 48 ore

Torna su
EuropaToday è in caricamento