"Non si veste o si comporta abbastanza da gay", l'Austria nega l'asilo a un afghano

Il giovane rischia di dover tornare nel suo Paese dove l'omosessualità è un reato. Il funzionario ha sottolineato anche che il diciottenne "non era socievole" e aveva avuto in passato "comportamenti aggressivi" il che dimostrerebbe che è etero

foto Ansa - EPA/JALIL REZAYEE

Non si veste da gay, non è socievole come sono normalmente gli omosessuali e addirittura una volta ha fatto anche a botte. Sono queste in sostanza le motivazioni con cui in Austria è stata rigettata una richiesta di asilo politico a un giovane afghano, scappato dal suo Paese per paura di finire perseguitato per le sue tendenze sessuali. A raccontare la storia il settimanale viennese Falter che riporta che nella motivazione per il rigetto della domanda del diciottenne ci sarebbe il fatto che lui non sembrerebbe gay “né come aspetto, né come comportamento, e nemmeno per come si veste”.

L'esaminatore avrebbe affermato poi che il ragazzo ha mostrato “una carica di aggressività che non ci si aspetta da parte di un omosessuale”, perché aveva fatto a botte con altri ragazzi nel centro in cui era ospitato Il giovane aveva raccontato di essere diventato consapevole della sua sessualità quando aveva 12 anni, ma il funzionario ha osservato che era "piuttosto presto" e quindi non probabile, in particolare in una società come l'Afghanistan "dove non c'è stimolazione sessuale pubblica attraverso la moda e la pubblicità ”. In più, il giovane non avrebbe molti amici e questo risulterebbe sospetto per le autorità viennesi perché “non sono forse gli omosessuali persone socievoli?”, ha sottolineato il funzionario.

Il ragazzo, che era arrivato nel Paese ancora minorenne, ha fatto ricorso contro la decisione ma rischia l'espulsione e di dover tornare in Afghanistan dove l'omosessualità è considerata un reato.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (16)

  • Che vuol dire "rischia"?!? l'UNHCR è riuscita nell'intento di far divenire "rifugiato" chi è "perseguitato" per motivi sociali; ma per quanto la cosa sia ridicola, deve comunque sottostare a delle regole. O non devono esserci nemmeno queste? L'omosessualità è reato in Afghanistan; bene, allora è lì il problema da risolvere, non qui. Se domani, su una pubblica piazza, faccio il saluto romano e grido "Viva il Duce!", e mi denunciano per apologia al fascismo, posso chiedere lo status di rifugiato in Germania?

  • Poi non facciamo gli ingenuotti, i poliziotti austriaci sono molto belli fisicamente, avranno cercato di farlo sedurre questo afgano per una p.ne.raz..ne a..al. , avranno visto che l'afganino faceva il furbetto e lo hanno cacciato nei glutei e rispedito a "chillo paisi" altro che gay.

  • Molti furbacchioni e felloni clandestini ricottari, utilizzano a pretesto il termine: Profugo, Gay, Femministo ect... per ottenere in modo fraudolento la Green Card austriaca e svedese, bene ha fatto l'Austria a cacciarli a pedate nel s....e.

  • Immaginate se una cosa del genere dovesse farla l’attuale Ministro degli interni. Giá è un miracolo se non gli attribuiscono la responsabilità del crollo del Ponte di Genova...chi? La solita “Banda Bassotti”

    • Bravo Diego - ]Immaginate se una cosa del genere dovesse farla l’attuale Ministro degli interni. Giá è un miracolo se non gli attribuiscono la responsabilità del crollo del Ponte di Genova...chi? La solita “Banda Bassotti”

  • Avatar anonimo di Obiettivo
    Obiettivo

    Ma anche se fosse gay: non è possibile accogliere per questo motivo! Non si tratta di una guerra o di una strage di massa. Queste persone, peraltro GIOVANI, FORTI, PIENI DI ENERGIE, devono imparare a lottare per i propri obiettivi, diritti, FUTURO, a casa loro come abbiamo fatto noi nei decenni e nei secoli. Pensare di dare un "diritto all'asilo" a tutti coloro che si trovano male nel mondo per un qualche motivo è un S U I C I D I O per qualsiasi nazione. Non sostenibile, visto che si parla tanto di sostenibilità, a causa dei numeri delle persone da mantenere. E neppure giusto: ogni nazione deve conquistarsi il futuro e il progresso LOTTANDO, proprio come è accaduto da noi.

    • Nel 2015 l'UNHCR ha esteso la possibilità di considerare "rifugiato" chiunque venga "perseguitato", in qualunque modo, per motivi politici, razziali o religiosi. COsì, tra i rifugiati ci sono gay, donne picchiate dal marito, o donne alle quali veniva imposto un matrimonio. Tutte condizioni che esistono anche in Europa, e per le quali nessuno muove un dito. Invece, se accade lì, l'Europa sarebbe obbligata a mantenere vita natural durante queste persone. Questa è ESATTAMENTE la situazione sulla quale tutti dovreste riflettere...

  • Vogliono vedere se è gay? Mettetelo davanti ad una bella gno-cca senza veli e ad un nero con un bel serpentone pronto all'azione: vedremo chi sceglie per passare la notte..

  • conosco 2 gay convinti che hanno pochi amici, maneschi, e che dall'apparenza non sembrano gay (su uno si potrebbero avere dei "sospetti", l'altro per nulla). Le motivazioni addotte da questi austriaci sono un po' ridicole. Poi può benissimo essere che questo sia un finto gay, ma che ci sia una "perizia" un po' più seria a stabilirlo e non questi falsi luoghi comuni che non hanno proprio fondamento.

    • La riprova? Vediamo se sei gay? Mandingo è pronto.....Girati....

      • A me se di colpo mi dicono ...girati...preferisco rinunciare anche se sono belli.

        • Bravo Pietro. Dillo anche a Luciano e a Luca Detti Lù Lù....

  • in Ungheria in caso simile non l'hanno potuto espellere un finto ga y nigeriano. Vediamo se in Austria si fanno prendere per il cu alla stessa maniera.

    • Elpridio il saggio, ti leggo sempre molto volentieri.

    • Se in Ungheria esteriorizzi e vai a caccia di maschi attivi, rischi la delapidazione.

    • Esatto

Notizie di oggi

  • Attualità

    Le europee, in moto una macchina democratica che coinvolge 427 milioni di cittadini

  • Attualità

    Nuove regole europee sui droni: non servirà l'autorizzazione per i più leggeri

  • Attualità

    Portogallo e Grecia, la sinistra anti-austerity alla prova del voto

  • Attualità

    Il romanista che ha “purgato” i sovranisti in Olanda. E che propone il salario minimo Ue 

I più letti della settimana

  • Elezioni europee, arriva il test per aiutare gli indecisi 

  • Europee, un pezzo d'Italia al voto per la Romania. E Salvini corteggia i socialisti di Bucarest

  • Anche la Germania apre ai monopattini elettrici

  • Migranti, cosa dice la lettera dell'Onu che accusa l'Italia di violazione dei diritti umani

  • Affare saltato sul debito della Grecia, investitori tedeschi perdono causa con la Bce

  • Tir, approvati i nuovi standard per le cabine degli autotrasportatori

Torna su
EuropaToday è in caricamento