Strasburgo, dopo attentato Parlamento prosegue lavori. Deputato Lega non ci sta: "Vado a casa"

L'europarlamentare Angelo Ciocca lascia per protesta l'Aula. Non prima di aver sventolato un gilet giallo contro Macron

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Nelle ore drammatiche dell'attentato ai mercatini di Natale di Strasburgo, il Parlamento europeo, riunito in sessione plenaria proprio nella città francesce, ha continuato a lavorare fino a quasi mezzanotte. E lo stesso ha continuato a fare oggi, fermandosi solo per un minuto di silenzio per le vittime dell'attacco. Ma il deputato della Lega Angelo Ciocca non ci sta: "Non possiamo continuare i lavori d’aula come se niente fosse", ha detto intervenendo in Aula. E dopo aver votato (passaggio necessario per ottenere la diaria) ha deciso "per protesta" di abbandonare la seduta e tornarsene in Italia. Non prima di aver sventolato un gilet giallo.

Ciocca, già noto per alcune invettive a Strasburgo, come quando si tolse una scarpa per imbrattare gli appunti sulla manovra italiana del commissione Ue Pierre Moscovici, ha spiegato cosi' le sue ragioni: "Quanto successo ieri sera a Strasburgo è inaccettabile e non possiamo fare finta di niente davanti ad un’Europa e ad un governo - quello francese - incapace di proteggere i cittadini. Coloro che hanno fatto dell’accoglienza indiscriminata il proprio credo politico dovrebbero interrogarsi sulle proprie responsabilità”, ha detto. “Dopo aver portato due rose bianche sul luogo dell’attacco ed aver recitato una preghiera per le vittime innocenti – ha continuato Ciocca – indosserò per protesta un gilet giallo e lascerò il Parlamento europeo per tornare in Italia. Non possiamo continuare i lavori d’aula come se niente fosse”.

“Venga qui Macron – ha concluso Ciocca – a spiegare come sia possibile che un criminale già segnalato e schedato dalle forze dell’ordine francesi e tedesche e con oltre venti condanne alle spalle, possa muoversi ed agire indisturbato nel cuore dell’Europa, togliendo la vita a cittadini innocenti”. E per sottolineare la sua rabbia verso Macron ha sventolato un gilet giallo, tra le proteste della maggior parte dei deputati.

A interromperlo, il presidente del Parlamento Antonio Tajani: "Non è la giornata adatta per fare propaganda politica", ha detto. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • ben fatto mi associo

  • Già, già, come se in Italia non circolano criminali, i primi sono proprio in politica

  • Strasburgo se ne fotte della gente: si sono auto-pagati come Principi e sono ultra coccolati-protetti. Quui ci vuole un nuovo 1789

Potrebbe Interessarti

  • Multimedia

    Tg Europa Today: "Comuni acquistino bus elettrici", da Strasburgo ok a norme su trasporto pubblico 'verde'

  • Multimedia

    Tg Europa Today: "Riconvertire il Sud è possibile, ecco come", il piano M5s presentato a Bruxelles

  • Multimedia

    Tg Europa Today: dal Parlamento Ue smacco a Putin

Torna su
EuropaToday è in caricamento