"L'Ue si opponga all'estradizione di Assange negli Usa", il M5s difende il fondatore di Wikileaks

Gli eurodeputati 5 stelle: "Grazie a lui i cittadini hanno scoperto le condotte illegali di organi istituzionali, istituti finanziari e potentissime lobby, va protetto"

Sostenitori di Assange a Londra

L'Unione europea fermi l'estradizione di Julian Assange verso gli Stati Uniti, dove rischia il carcere a vita. E' quanto chiede il Movimento 5 stelle, da sempre al fianco del fondatore di Wikileaks, arrestato oggi a Londra, da alcuni considerato un faro della libertà di informazione per le sue rivelazioni di documenti segreti e compromettenti del governo Usa.   

"Chiediamo alle Istituzioni europee di opporsi fermamente all'estradizione di Assange verso gli Stati Uniti dove, in ragione dei reati contestatigli, rischierebbe una lunga pena detentiva. Grazie a lui e Wikileaks i cittadini hanno scoperto le condotte illegali di organi istituzionali, istituti finanziari e potentissime lobby. Assange, come tutti coloro che denunciano il malaffare, deve invece ricevere protezione", scrivono in una nota gli europarlamentari 5 Stelle Laura Ferrara e Fabio Massimo Castaldo.

"L'arresto odierno di Assange - continuano - appare ancora più eclatante poiché arriva alla vigilia dell'approvazione della direttiva che tutelerebbe i whistleblower in tutta l'Unione europea. Settimana prossima, infatti, è previsto il voto finale di un provvedimento atteso da anni in Europa e che è già realtà in Italia grazie alla legge approvata su proposta del Movimento 5 stelle".

"Il whistleblowing è di fondamentale importanza per lottare contro la corruzione, la criminalità organizzata, le malefatte nella pubblica amministrazione e, in generale, promuove un nuovo approccio etico nella gestione della pubblica amministrazione e della politica. Le Istituzioni europee intervengano per ottenere la liberazione immediata di Assange", concludono i due eurodeputati.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Macron frena sull'ingresso di Albania e Macedonia nell'Ue: "No all'avvio dei negoziati"

  • Orban nega il cibo ai migranti in transito, l'Ue: "Violati i diritti fondamentali"

  • Chi sono i 20 giganti che inquinano di più al mondo

  • Cresce il numero di studenti neri a Cambridge, è lo 'Stormzy effect'

  • Erdogan minaccia l'Europa: se parlate di invasione vi manderemo i 3,6 milioni di rifugiati

  • La Polonia alle urne, la destra di Kaczynski verso una nuova vittoria

Torna su
EuropaToday è in caricamento