La delfina di Angela Merkel entra nel governo tedesco

Annegret Kramp-Karrenbauer, leader della Cdu, ha preso il posto della presidente della Commissione, Ursula von der Leyen, al dicastero della Difesa

Akk e Merkel - foto Ansa EPA/HAYOUNG JEON

Prove di governo per la delfina di Angela Merkel. Annegret Kramp Karrembauer, la donna che ha sostituito dopo 18 anni la cancelliera alla guida della Cdu, ha giurato da ministro della Difesa davanti al Bundestag. Akk, questo l'acronimo con cui viene chiamata sulla stampa tedesca, era presente alla cerimonia con l'esecutivo tedesco al completo, è dunque da oggi nella pienezza dei suoi poteri ministeriali, tra cui rientra quello di comandante in capo delle forze armate della Germania: fino ad ora, infatti, era tecnicamente solo "nominata".

La cerimonia si è tenuta in una seduta straordinaria appositamente convocata del Bundestag che, essendo l'Aula del Reichstag inagibile per dei lavori di ristrutturazione previsti per la pausa estiva, si è tenuta nel grande atrio dell'edificio Paul Loebe, una avveniristica struttura accanto allo storico Reichstag. Era presente anche la neo eletta presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen, che ha preceduto al Ministero della Difesa Akk: a lei è andato un lungo applauso quando il presidente del Bundestag Wolfgang Schaeuble le ha fatto "gli auguri per te, per la Germania e per l'Unione europea".

Dopo il giuramento, Akk ha tenuto un'informativa urgente sullo stato delle Forze armate tedesche, nel corso della quale è stata più volte applaudita dalla maggioranza. Non sono mancate polemiche: la Bild oggi in edicola ha contestato le spese di viaggio che i deputati hanno fatto sostenere allo stato per arrivare a Berlino e per allestire di fretta e furia l'Aula alternativa per una seduta inizialmente non prevista. I media tedeschi, poi, non hanno mancato di sottolineare l'assenza di una settantina di deputati, che evidentemente non sono rientrati dalle vacanze per l'occasione.

AKK in precedenza aveva affermato di non essere interessata ad incarichi governativi, preferendo concentrarsi sul suo ruolo di leader del principale partito di governo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Telecamere sul lavoro? "Non violano privacy, giusti licenziamenti"

  • Macron frena sull'ingresso di Albania e Macedonia nell'Ue: "No all'avvio dei negoziati"

  • Macron contro tutti, Francia unica contraria a Albania e Macedonia del Nord nell’Ue

  • Cresce il numero di studenti neri a Cambridge, è lo 'Stormzy effect'

  • La Polonia alle urne, la destra di Kaczynski verso una nuova vittoria

  • In Grecia è di nuovo emergenza migranti, campi profughi al collasso

Torna su
EuropaToday è in caricamento