Un comico potrebbe essere il nuovo presidente dell'Ucraina

Alle presidenziali batosta per l'uscente Poroshenko, l'attore Zelenskiy in testa al primo turno lo sfiderà al ballottaggio e ora è il favorito da battere. Ha interpretato il ruolo del capo dello Stato in uno show su Netflix

Zelenskiy - Ansa EPA/STEPAN FRANKO

È il primo aprile, ma il comico ucraino candidato alla presidenza Volodymyr Zelenskiy non ha alcuna voglia di scherzare. “Sono molto contento del risultato”, ha dichiarato dopo aver visto i dati che lo danno in testa dopo il primo turno delle elezioni presidenziali, “ma non è ancora finita”.

Sconfitti il presidente in carica e la ex Tymoshenko

L’attore, che in un programma satirico ha interpretato il ruolo di presidente del Governo di Kiev, al momento conduce la classifica dei candidati con oltre il 30% dei voti scrutinati contro il 16% del rivale, Petro Poroshenko. “È stata una dura lezione”, ha reagito a caldo il il presidente in carica, che nel 2014 era stato eletto al primo turno con il supporto del 54% dei suoi connazionali. Una batosta elettorale che ha visto nella condottiera della rivoluzione arancione, Yulia Tymoshenko, la seconda vittima eccellente. La leader carismatica e premier donna dell’ex repubblica sovietica (da fine 2007 al 2010), è arrivata solo terza con un modesto 13%. Sarà quindi esclusa dal secondo turno delle presidenziali, alle quali parteciperanno solo Zelenskiy e Poroshenko.

Una laurea in legge e una carriera da attore

Il quarantunenne Zelensky ha studiato legge, ma non ha mai esercitato la professione forense. Ha preferito la carriera da uomo di spettacolo, diventando un celebre attore di commedie sia in lingua russa che ucraina. Il suo bilinguismo, secondo gli esperti di politica, avrebbe giocato un ruolo fondamentale nella sua campagna elettorale, vinta soprattutto grazie all’uso dei social e alle sue posizioni intransigenti contro la corruzione e il malaffare in politica. Zelensky, come Poroshenko, si dice a favore dell’ingresso dell’ex repubblica sovietica nell’Unione europea. L’ormai ex comico intende fare un referendum sia per l’ingresso nell’Ue che per far parte della Nato.

"La gente è stufa dell'establishment"

Chissà quanto avrà pesato nell’accreditarlo di fronte all’elettorato quel ruolo interpretato nello show di Netflix “Il servo del popolo”. Zelensky, nei panni di un maestro di storia, Vasyl Holoborodko, disgustato dai politici corrotti, nel programma satirico viene eletto presidente quasi per caso. E ui stesso ha utilizzato questo argomento in campagna elettorale. “La gente vuole vedere un presidente come Vasyl Holoborodko. La gente è stufa dell'establishment, vuole vedere qualcosa di nuovo”, ha ripetuto più volte. E la performance televisiva potrebbe presto diventare realtà, quando i cittadini ucraini saranno chiamati a esprimersi per il ballottaggio il prossimo 21 aprile. Il vincitore dovrà fare i conti con un Paese ancora diviso dal conflitto tra le truppe ucraine e i separatisti del Donbass, sostenuti dalla Russia. 

Potrebbe interessarti

  • Boeing 737 Max coinvolti in due incidenti, accuse a Ryanair: "Li vuole usare cambiandogli nome"

  • Migranti, Germania e Austria bocciano il piano italiano: "Vecchio di 3 anni"

  • Migranti, Sassoli: “La riforma di Dublino già c'è, i governi Ue si muovano”

  • Negata casa a Bruxelles ad assistente della Lega in quanto italiano. Lui: “Razzisti”

I più letti della settimana

  • Boeing 737 Max coinvolti in due incidenti, accuse a Ryanair: "Li vuole usare cambiandogli nome"

  • Migranti, Germania e Austria bocciano il piano italiano: "Vecchio di 3 anni"

  • Migranti, Sassoli: “La riforma di Dublino già c'è, i governi Ue si muovano”

  • Difesa europea, Macron convoca vertice con 11 Paesi Ue. Ma l'Italia non c'è

  • Il "patto del cavoletto" tra Pd e M5s spacca il governo. E ora la Lega teme per il 'suo' commissario

  • Migranti, Von der Leyen: "Salvare vite in mare è un dovere, riformare regole di Dublino"

Torna su
EuropaToday è in caricamento