Brexit: preoccupazioni per i diritti dei cittadini Ue nel Regno Unito

Il Comitato del Parlamento Ue che segue il processo di uscita di Londra dal club comunitario ha ribadito la sua preoccupazione per le incognite legate allo status post-Brexit dei cittadini comunitari

Preoccupazione, così il Comitato del Parlamento UE che segue i negoziati sulla Brexit, si è espresso per quel che riguarda la situazione dei cittadini comunitari nel Regno Unito. L'ansietà, questa volta, nasce dal regime che il governo britannico vuole adottare per lo status degli immigrati afro-caraibici, la Windrush generation, una modifica che, dicono dall'eurocamera, potrebbe essere foriera di cambiamenti anche per i cittadini comunitari. 

"Rimane una priorità per il Parlamento europeo - ha affermato dopo un incontro con le autorità britanniche il responsabile Brexit Guy Verhofstadt - assicurare che i cittadini, sia che siano cittadini del Regno Unito nell'UE o cittadini dell'UE nel Regno Unito, possano continuare a condurre le loro vite come fanno ora, e questa è stata anche la promessa fatta da coloro che fanno campagna per Brexit. Il trattamento della generazione Windrush in base alla legge sull'immigrazione del Regno Unito ha purtroppo creato una rinnovata ansietà tra i cittadini dell'UE nel Regno Unito e mostra i motivi per cui dobbiamo farlo. Il Parlamento europeo esaminerà da vicino gli sviluppi e lavorerà per garantire sufficienti garanzie per evitare il ripetizione di tale situazione per i cittadini dell'UE ".

A marzo, la plenaria ha adottato una risoluzione che definisce un possibile quadro di associazione per le future relazioni UE-Regno Unito dopo la Brexit. Al momento dell'uscita di Londra da club comunitario, il Parlamento ha ribadito l'importanza di assicurare un trattamento equo ai cittadini dell'UE che vivono nel Regno Unito e ai cittadini britannici che vivono nell'UE. Qualsiasi accordo sulla Brexit e sulla futura associazione o accordo internazionale con il Regno Unito dovrà ottenere l'approvazione del Parlamento europeo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Naufragio fece 1000 morti, Corte Ue: “Italia risarcisca”

  • “Vietata la bandiera italiana al Parlamento europeo”, la Lega attacca Sassoli

  • Smog, Italia è il secondo Paese Ue più inquinato dopo la Romania

  • “No alle bombe nucleari Usa a casa nostra”. Scoppia il caso in Belgio, ma riguarda anche l’Italia

  • "Proteggere le giovani donne dall'immigrazione": Austria verso stop a velo nelle scuole

  • “Se studi il Comune ti cancella i debiti”, l'iniziativa per 'salvare' i giovani disoccupati

Torna su
EuropaToday è in caricamento