Tonno rosso: aumentano le quote di pesca. Ambientalisti insorgono

Deciso aumento dei diritti di cattura deciso dall'Icaat con grandi beneficiarie le flotte europee. Opportunità per molte imprese italiane, dice Coldiretti. Addio pesca sostenibile, l'allarme degli ecologisti.

ANSA/DEF

Via libera ad un deciso aumento delle quote di pesca del tonno rosso: da 24mila a 36mila tonnellate da qui al 2020. E' questo il frutto dell'accordo raggiunto da 50 stati riuniti a Marrakech per l'annuale riunione dell'Icaat, la Commissione internazionale per la tutela del tonno rosso dell'Atlantico.

In concreto, si prevede che le quote passino dalle 24mila tonnellate di quest’anno a 28mila nel 2018, più una ulteriore aggiunta di 4mila tonnellate all’anno per il 2019 e il 2020. Con questa decisione - fortemente voluta dagli Stati europei e dal Giappone, primo consumatore mondiale di tonno rosso - le quote sono state praticamente raddoppiate rispetto a 5 anni fa.

Aumento quote in gran parte in Europa

Gran parte di questo aumento su scala globale ricadrà a vantaggio dei pescherecci europei, in particolare di Spagna, Francia ed Italia. "Un provvedimento importante – sottolinea in una nota Coldiretti Impresapesca – che darà un’opportunità a molte delle imprese italiane".

La partita passa ora proprio in sede europea, con la decisione, attesa entro fine anno, per la ridistribuzione tra le flotte degli Stati membri di questo surplus di quote. "L’aumento delle quote a livello nazionale – chiede Coldiretti al riguardo – deve però essere ridistribuito alle imbarcazioni delle piccola pesca artigianale, per uscire da una situazione inaccettabile che vede oggi appena 15 imprese di pesca gestire circa l’88% della quota tonno-rosso nazionale".

Addio a pesca sostenibile

Se i pescatori sorridono, gli ambientalisti protestano. "Abbiamo fatto un enorme passo indietro nel cammino verso una pesca sostenibile del tonno", ha affermato Paulus Tak del Pew Charitable Trusts. Secondo l'ambientalista, "lo stato degli stock è stato ignorato e gli Stati hanno deciso di catturare più pesci e più velocemente che mai". Nella peggiore delle ipotesi, gli ambientalisti avevano chiesto un leggero aumento delle quote di cattura, non certo un loro aumento così spettacolare.

Un mercato enorme

Il mercato del tonno rosso è valutato a circa 255 milioni di dollari quando il pesce viene catturato, cifra che quadruplica al momento della vendita. La concessione di nuove quote di tonno rosso, in particolare alla flotta europea, appare anche come una sorta di compensazione per l'introduzione per la prima volta di quote di pesca del pesce spada

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Varoufakis diffonde gli audio segreti delle riunioni dell’Eurogruppo. Ue: “Siamo rammaricati”

  • La Nato ‘ordina’ a Bruxelles di comprare più F35

  • “Il Carnevale è antisemita, sia vietato”, Israele contro i carri di Aalst

  • Coronavirus una creazione americana? "Fake news partita dalla Russia"

  • Coronavirus, Ue contro Salvini: "Deplorevole uso crisi a fini politici"

  • Ok alla fabbrica di auto ecologiche Tesla, ma si disboscheranno 92 ettari di boschi

Torna su
EuropaToday è in caricamento