Ue pronta alla stretta sul web: la propaganda terrorista via in un'ora

I provider internet dovranno rispondere in fretta alle segnalazioni o scatteranno multe. Bruxelles lavora da tempo con i big del web per contrastare l'odio in rete

foto Ansa

Bruxelles – Rimuovere subito messaggi di istigazione alla violenza e all'odio o scatteranno multe. La Commissione europea lavora alla stretta dei contenuti di propaganda terroristica su internet, con misure che intendono aggiornare i codici di condotta definiti dall’esecutivo comunitario assieme ai giganti del web. La misura è in corso di definizione e dovrebbe essere presentata entro la metà di settembre.

Bruxelles e i vari ‘big’ (Facebook, Twitter, YouTube, Microsoft, Instagram e Google+) già dal 2016 lavorano al contrasto dei messaggi di odio sulla rete, con l’impegno costante a rispondere alle notifiche e alle denunce di messaggi sospetti. Adesso l’Ue è decisa ad andare oltre, chiedendo la rimozione dei suddetti post entro un’ora dalla notifica delle autorità competenti. In caso contrario, scatterà una sanzione. Lo ha anticipato il commissario per l’Unione della sicurezza, Julian King, in un’intervista concessa al Financial Times. A suo giudizio sono stati compiuti progressi, ma la propaganda terroristica continua a “proliferare” sul web e si vuole porre rimedio.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Multimedia

    Tg Europa Today: i 10 successi del Parlamento europeo negli ultimi 5 anni

  • Attualità

    Lo scandalo di Ibiza che affossa i sovranisti austriaci. E preoccupa Salvini

  • Attualità

    Europee, un’Olanda balcanizzata si prepara al voto: nessun partito arriva al 20%

  • Attualità

    L'ex re del Belgio dovrà fare il test del Dna per scoprire se ha una figlia illegittima

I più letti della settimana

  • "Datori hanno l'obbligo di misurare l'orario di lavoro effettivo", storica sentenza della Corte Ue

  • Tensione tra Italia e Austria: "Siete come la Grecia", "Pensi prima di parlare"

  • L’Italia sta con Merkel e 'tradisce' i Paesi ambientalisti: “No all’azzeramento delle emissioni”

  • "Il vero volto dei sovranisti Ue: al fianco delle lobby e contro famiglie e lavoratori"

  • Meloni: "Far votare i militari all'estero". Ma dimentica 3 milioni di italiani

  • "L'Ue impone all'Italia di dare le case popolari ai rom". Ma è una bufala

Torna su
EuropaToday è in caricamento