Smog: all'Italia il record europeo dei morti. E gli ultimissimi dati indicano che l'inquinamento aumenta

84.400 morti, 12 mila in più della Germania e 30 mila in più di Francia e Regno Unito. E gli ultimi dati dell'Agenzia Ue per l'ambiente del 22 febbraio indicano un aumento di polveri sottili e dei gas di scarico di auto e tir. Il grillino Pedicini contro il PD: "è il partito dello smog, intervenga Bruxelles"

Traffico e smog in pianura padana. ANSA/ELISABETTA BARACCHI

Più morti in Italia per inquinamento che in Germania, che eppure ha 20 milioni di abitanti in più. Il triste primato europeo dei decessi per smog è stato certificato dall'Agenzia europea dell'ambiente ed i dati sono riferiti al 2015, ebbene da allora la situazione non ha fatto che peggiorare nel Belpaese. Parallelamente dovrebbero aumentare i decessi.

I dati del 22 febbraio: inquinamento in aumento

Gli ultimi dati sono stati elaborati dal Centro comune di ricerca di Ispra (Varese) e forniti all'Agenzia Ue dell'Ambiente il 22 febbraio scorso. Ora sono stati resi pubblici grazie alla richiesta dell'eurodeputato grillino Piernicola Pedicini

“I nuovi dati delle emissioni inquinanti prodotte nel nostro Paese - scrive Pedicini in una nota - dicono che in Italia lo smog è aumentato. Per quanto riguarda il Pm10 si è passati da 168 kt nel 2014 a 192 kt nel 2016, un aumento del 13%. Il Pm2.5, le particelle finissime che danneggiano i polmoni in modo più grave fino ad arrivare nel dna, da 149 kt a 161 kt, un aumento dell’8%. Dopo anni di cali ininterrotti tornano a salire anche gli ossidi di azoto - i gas prodotti dagli scarichi delle automobili e dai tir - che passano da 763 kt nel 2015 a 764,3 nel 2016”.

Il record italiano dei decessi

L’Italia ha il triste primato di 84.400 morti premature all’anno dovute dalla cattiva qualità dell’aria nella Ue, oltre 12 mila in più della Germania, secondo Paese in classifica pur essendo molto più popoloso, e oltre 30 mila in più della Francia e del Regno Unito. Dei decessi riscontrati in Italia, la maggior parte, 59.500, sono causate dalle polveri sottili, e 21.600 dai gas di scarico di auto e camion, oltre il doppio della Germania, che eppure ha un parco macchine maggiore del nostro.

L'Italia assieme ad altri Paesi Ue rischia il deferimento alla Corte di Giustizia della Ue per il mancato adeguamento alle norme anti-smog, per cui rischia una multa che potrebbe arrivare al miliardo di euro. 

Pedicini: "PD partito dello smog"

"Il Pd è il partito dello smog", conclude Pedicini, "ho presentato una interrogazione urgente alla Commissione europea non solo per fare luce sui ritardi del governo italiano ma soprattutto per capire quali misure urgenti la Commissione intenda intraprendere per far rispettare l'accesso alle informazione e il diritto alla salute dei cittadini”.

 

Potrebbe interessarti

  • Macron adesso 'difende' Conte: "Nessun Paese Ue si immischi sui conti dell'Italia"

  • Caos spiagge, governo e stabilimenti contro la Bolkestein. Ma un pezzo d'Italia sta con l'Ue

  • No al Manneken Pis vestito da Michael Jackson, Bruxelles cambia idea dopo le polemiche

  • "A Matteo Salvini va dato il premio Nobel per la pace"

I più letti della settimana

  • Macron adesso 'difende' Conte: "Nessun Paese Ue si immischi sui conti dell'Italia"

  • Caos spiagge, governo e stabilimenti contro la Bolkestein. Ma un pezzo d'Italia sta con l'Ue

  • Riscaldamento globale, l’Onu avverte: “Si va verso l’apartheid climatico”

  • No al Manneken Pis vestito da Michael Jackson, Bruxelles cambia idea dopo le polemiche

  • "Scoppia bomba alla Commissione Ue": la protesta degli ambientalisti a Bruxelles

  • Standing ovation per Draghi dai leader Ue. Conte: "Orgoglioso di lui"

Torna su
EuropaToday è in caricamento