Gestione innovativa delle reti idriche, Bruxelles al fianco della Puglia

La regione scelta dalla Commissione europea per un progetto volto a migliorare l'uso dei fondi Ue e a promuovere la sostenibilità ambientale e l'innovazione

Per l'Italia, sarà la Regione Puglia a beneficiare di un sostegno personalizzato per nuove tecnologie e servizi amministrativi innovativi nel settore della gestione delle risorse idriche. Lo ha annunciato la Commissione europea, che in collaborazione con l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economici (Ocse) fornirà un sostegno personalizzato a cinque autorità locali di gestione dei fondi europei.

Il sostegno è finalizzato a promuovere criteri quali la sostenibilità ambientale, l'impatto sociale e l'innovazione, oltre al mero criterio dei costi. "La Commissione aiuterà le autorità che gestiscono i fondi europei a valorizzare meglio i propri investimenti", dice la commissaria per la Politica regionale Corina Creu. 

Elzbieta Bienkowska, commissaria per il Mercato interno, aggiunge: "La Commissione intende aiutare le autorità a massimizzare l'impatto degli appalti pubblici in termini di obiettivi sociali, innovazione e sostenibilità, in particolare nel segno della raccomandazione dell'Ue sulla professionalizzazione degli acquirenti pubblici". La Puglia riceverà il sostegno della Commissione per il progetto "Nuove tecnologie e servizi amministrativi innovativi nel settore della gestione delle risorse idriche". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Per l'Ue la Svizzera non è più un paradiso fiscale

  • L'impegno dell'Ue: "Il salario minimo europeo nei primi 100 giorni"

  • "Pochi investimenti al Sud", Bruxelles bacchetta l'Italia

  • "Gli Stati ricchi paghino di più", l'Ue presenta il conto a Germania e Olanda

  • Migranti, l'accordo di Malta non convince. Austria: "No a ricollocamenti"

  • Orban nega il cibo ai migranti in transito, l'Ue: "Violati i diritti fondamentali"

Torna su
EuropaToday è in caricamento