L'Italia non sa raccogliere e riciclare le batterie esauste

L'obiettivo era raggiungere il 45% entro settembre 2016, noi ci siamo fermati al 35%

Ansa EPA/ALEX HOFFORD

L’Italia non ha raggiunto gli obiettivi europei previsti in materia di raccolta di batterie e accumulatori esausti ai fini del loro riciclo. I dati Eurostat di ultima diffusione certificano i ritardi non solo nazionali ma comunque tutti ‘made in Italy’ nell’attuazione della direttiva che concedeva tempo a tutti gli Stati membri dell’Ue fino a fine settembre 2016 per mettersi in regola. Si doveva garantire in particolare che il 45% dei batterie e accumulatori di apparecchi portatili dovesse essere pronto al recupero, ma il sistema Paese si è fermato al 35%.

Stando ai dati disponibili, alla fine del 2016 solo 15 Stati membri hanno soddisfatto i target comunitari (Belgio, Lussemburgo, Ungheria, Lituania, Repubblica Ceca, Austria, Bulgaria, Irlanda, Slovacchia, Germania, Finlandia, Svezia, Regno Unito, Danimarca e Francia). Per cinque Stati membri i dati non sono disponibili (Paesi Bassi, Malta, Croazia, Grecia, Romania), ma l’Italia si colloca nel gruppetto degli otto Paesi ufficialmente in ritardo.

La Commissione europea aveva proposto la riduzione di batterie esauste allo scopo di ridurre l’impatto ambientale di questi rifiuti, con le conseguenti ricadute per la salute umana. Tutti si erano detti d’accordo quando nel 2006 la direttiva in materia è entrata in vigore. A distanza di dieci anni solo una metà dell’Ue ha tenuto fede agli impegni. Adesso per chi non ha saputo attuare le norme comunitarie potrebbe anche scattare l’avvio di una procedura d’infrazione. Per l’Italia non sarebbe la prima, in tema di rifiuti.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Italietta con lo smaltimento dei rifiuti ha sempre avuto problemi infatti spesso sono finiti sui giornali per discariche abusive, rifiuti tossici sotterrati ovunque, danno fuoco ai cassonetti, agli stabilimenti per lo smaltimento, pur avendo i cassonetti li gettano ovunque.....sono abituati.

  • e non si sa più nemmeno dove gettarle...

Notizie di oggi

  • Attualità

    In Europa i popolari primo partito, exploit di liberali e verdi. La destra non sfonda

  • Attualità

    Greta “vince” le elezioni europee: le istanze ambientaliste hanno la maggioranza

  • Attualità

    Europee nel caos per gli italiani all’estero: “Oltre due ore in fila per votare” 

  • Europa Anno Zero - Il podcast

    Al voto ridendo (anche della stessa Ue)

I più letti della settimana

  • Europee, un pezzo d'Italia al voto per la Romania. E Salvini corteggia i socialisti di Bucarest

  • Elezioni europee, arriva il test per aiutare gli indecisi 

  • Nuove regole europee sui droni: non servirà l'autorizzazione per i più leggeri

  • Europee, c'è già un primo vincitore (parziale): l'affluenza. Mai così alta negli ultimi vent'anni

  • Migranti, cosa dice la lettera dell'Onu che accusa l'Italia di violazione dei diritti umani

  • Affare saltato sul debito della Grecia, investitori tedeschi perdono causa con la Bce

Torna su
EuropaToday è in caricamento