Il caldo record mette a rischio le patate fritte

In Belgio, l'ondata anomala di siccità ha ridotto di un terzo la produzione del tubero da cui dipende una delle industrie più simboliche del Paese: quella delle “frites”

Sono un simbolo nazionale, motivo d'orgoglio patriottico in un Paese da sempre alla ricerca di una identità unitaria, a tal punto d'aver chiesto all'Unesco di inserirle nella lista dei patrimoni culturali dell'umanità. Sono le patatine fritte, o meglio le “frites”, che nel Belgio muovono un pezzo importante dell'economia. Ecco perché il crollo della produzione di patate sta preoccupando non poco governo e imprese.

L'ondata anomala

La colpa è dell'ondata di calore che ha colpito il Paese, la peggiore registrata dal 1911. Secondo le stime degli agricoltori, la siccità provocherà una riduzione di un terzo della produzione di patate. E questo avrà inevitabili ripercussioni sui chioschi di frites che riempiono il Belgio. Bernard Lefèvre, presidente di Unafri-Navefri (l'associazione dei proprietari di chioschi di frites), lancia l'allarme: “Bisogna tutelare il settore. Le frites sono di vitale importanza, fanno parte della nostra cultura. È più che un prodotto, è un simbolo del Belgio”, ha detto a Politico.

I rincari sono notevoli: un carico di patate arriva già oggi a costare fino a 10 volte il prezzo dello scorso anno. I produttori sperano che torni la pioggia, ma il meteo non promette grandi rovesci. Ecco perché il Belgio ha chiesto alla Commissione Ue di intervenire per aiutare gli agricoltori in difficoltà.

Il clima che cambia

La Regione fiamminga ha chiesto persino lo stato di calamità naturale, ma Jean-Pascal van Ypersele, uno dei più importanti scienziati del clima in Belgio, avverte che la siccità potrebbe essere la normalità per il Paese in futuro: “Ci stiamo dirigendo verso altre estati come questa, che saranno sempre più calde e secche e verso inverni leggermente più caldi ma più umidi", ha detto Van Ypersele. "La distribuzione dell'acqua sarà diversa e ciò avrà conseguenze per l'agricoltura, compresa la combustione di alcune colture a causa del caldo".

Potrebbe interessarti

  • La futura leader Ue avverte Salvini: “No al muro anti-migranti con la Slovenia”

  • Bruxelles boccia 'quota 100' e promuove la Fornero: "Attuare le riforme precedenti"

  • Negata casa a Bruxelles ad assistente della Lega in quanto italiano. Lui: “Razzisti”

  • "Non solo ong, anche navi Ue nel Mediterraneo per soccorrere i migranti", la proposta del governo tedesco

I più letti della settimana

  • La futura leader Ue avverte Salvini: “No al muro anti-migranti con la Slovenia”

  • L’Ue promuove il reddito di cittadinanza: “Contribuisce alla crescita del Pil”

  • Negata casa a Bruxelles ad assistente della Lega in quanto italiano. Lui: “Razzisti”

  • Difesa europea, Macron convoca vertice con 11 Paesi Ue. Ma l'Italia non c'è

  • Migranti, Germania e Austria bocciano il piano italiano: "Vecchio di 3 anni"

  • Carola Rackete al Parlamento Ue? Lega e Forza Italia attaccano: "Una vergogna"

Torna su
EuropaToday è in caricamento