Con le temperature aumenta anche la diffusione di pericolose malattie tropicali in Europa

Dopo le 22 vittime europee della febbre del Nilo gli esperti avvertono: cresce il pericolo portato dalle zanzare per colpa del clima caldo-umido

Foto Ansa

Le 3 vittime e gli oltre 100 contagi accertati in Italia di febbre del Nilo non sono certo un caso isolato in Europa. In tutto il continente si sono verificati focolai di patologie i cui nomi cominciano a suonare tristemente familiari a parte dell’opinione pubblica. Oltre al virus del Nilo Occidentale, si sono diffuse malattie come la Chikungunya, la febbre dengue, il virus Zika e altre infezioni con un comune denominatore: la trasmissione avviene tramite specie di insetti che si diffondono a causa del cambiamento climatico in corso.

Nilo Occidentale

Fino a metà agosto, sono stati accertati in Europa 400 casi di malattie derivanti da punture di zanzara che hanno trasmesso il virus della febbre del Nilo Occidentale, secondo il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC). Le 22 vittime a livello continentale si sarebbero verificate anche per via di un inizio precoce della stagione di trasmissione: le alte temperature seguite da tempo piovoso, condizioni ideali per la diffusione delle zanzare, avrebbero determinato il picco di contagi, secondo l'ufficio regionale per l'Europa dell'Organizzazione Mondiale della Sanità. I Paesi colpiti sono l'Italia, la Grecia, l'Ungheria, la Serbia e la Romania, tutti Stati che avevano già registrato casi di infezioni tropicali in passato.

Febbre dengue, Zika e Chikungunya

Nel 2017 si è verificato un focolaio di Chikungunya che ha coinvolto sia l’Italia, in modo particolare l’area di Roma, che il sud della Francia. I ricercatori prevedono che il rischio di trasmissione della febbre dengue, della Chikungunya e del virus Zika potrebbe aumentare ancora di più in Europa sempre a causa dei cambiamenti climatici. Tutte e tre le patologie, normalmente trasmesse dalla zanzara della febbre gialla, nome scientifico Aedes aegypti, possono essere contagiate anche da specie diverse, come la zanzara tigre, sempre più diffusa in Italia, Spagna e in altri paesi del Mediterraneo.

Come arrivano le malattie tropicali

La crescente diffusione della zanzara tigre aumenterebbe la possibilità di infezione da agenti patogeni estranei a livello locale, ma portati in Europa da chi viaggia. Come verificato dalle valutazioni scientifiche del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, il rischio maggiore di diffusione delle malattie tropicali si verifica nei mesi di agosto, settembre e ottobre, quando viaggiano molte persone e buona parte dei passeggeri provenienti da aree in cui patologie come la dengue sono diffuse si spostano tramite gli aeroporti di Roma e Milano.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Il morbillo è ritornato a far parlare di se in Italia, rifiutano la prevenzione perché sono mentecatti, sono persone italiane, i cambiamenti climatici mettono a dura prova chi ha emozioni fuori controllo e lo schifo ambientale che c'e in Italia (verde strade strutture socio sanitarie discariche ecc) alimenta la proliferazione di batteri germi ecc, nessuno pulisce o puliscono male perché ne ignorano l'importanza. Ci si deve abituare ed adattare anche ai cambiamenti climatici

  • Ogni volta che mi becco una??? Ma che dico!!! due, tre, quattro, punture della “clandestina” Zanzara Tigre, mando i miei omaggi agli antenati di quegli sciagurati che hanno introdotto questo flagello biblico in Europa. A causa di questa schifo di globalizzazione, intesa dai governi sinistroidi come una apertura delle frontiere, ci siamo beccati un’infinità di Fito patogeni e insetti nocivi, non ultima la Xylella fastidiosa, che nonostante il nome non renda il pericolo, ha falcidiato le nostre foreste di Ulivi. Abbiamo un sistema fito sanitario inadeguato, insufficiente e privo di efficaci armi giuridiche, per impedire che altri “organismi alieni” arrivino da noi. Basta vedere come altre nazioni siano attente in questo delicatissimo campo, per comprendere quanto noi NON LO SIAMO AFFATTO!

  • Le malattie tropicali arrivano per la mancanza di controlli alle frontiere, oggi giustificate da "motivi umanitari" e affini. Vi ricordo che i nativi americani furono annientati dal morbillo e altre malattie diffuse in Europa. La storia è maestra di vita, l'uomo è un pessimo allievo .

Notizie di oggi

  • Attualità

    Le europee, in moto una macchina democratica che coinvolge 427 milioni di cittadini

  • Attualità

    Nuove regole europee sui droni: non servirà l'autorizzazione per i più leggeri

  • Attualità

    Portogallo e Grecia, la sinistra anti-austerity alla prova del voto

  • Attualità

    Il romanista che ha “purgato” i sovranisti in Olanda. E che propone il salario minimo Ue 

I più letti della settimana

  • Elezioni europee, arriva il test per aiutare gli indecisi 

  • Europee, un pezzo d'Italia al voto per la Romania. E Salvini corteggia i socialisti di Bucarest

  • Anche la Germania apre ai monopattini elettrici

  • Migranti, cosa dice la lettera dell'Onu che accusa l'Italia di violazione dei diritti umani

  • Affare saltato sul debito della Grecia, investitori tedeschi perdono causa con la Bce

  • Tir, approvati i nuovi standard per le cabine degli autotrasportatori

Torna su
EuropaToday è in caricamento