I gas di scarico diesel inseriti nella lista Ue delle sostanze cancerogene

L’Aula modifica le regole per la tutela dei lavoratori. Individuali otto nuovi agenti pericolosi per la salute umana e per cui servono limiti all’esposizione

Si arricchisce di otto elementi la ‘lista delle sostanze proibite’ dell’Unione europea. A larghissima maggioranza (585 ‘sì’, 46 ‘no’ e 35 astenuti) l’Aula del Parlamento europeo ha aggiornato le norme sulla protezione dei lavoratori dall'esposizione a sostanze cancerogene e mutagene, aggiungendo nuove fonti di rischio per la salute umana. All’elenco delle fonti di cancro si aggiungono emissioni di gas di scarico dei motori diesel (Deee), epicloridrina, dibromuro di etilene, dicloruro di etilene, 4,4'-metilendianilina, tricloroetilene, miscele di idrocarburi policiclici aromatici, in particolare quelli contenenti benzo[a]pirene, e oli minerali che sono stati utilizzati in precedenza nei motori a combustione interna per lubrificare e raffreddare le parti in movimento all'interno del motore.

Particolarmente significativa la posizione espressa contro i gas di scarico diesel. Mettendo dei tetti all’esposizione a tali vapori si intende proteggere i circa 3,6 milioni di lavoratori che in tutta l’Ue vi sono continuamente a contatto. Le nuove regole fissano per tutte le sostanze ritenute come pericolose, diesel compreso, valori limite di esposizione (quantità massima di sostanza consentita nell'aria del luogo di lavoro). Ciò al fine di ridurre ulteriormente il rischio per i lavoratori di ammalarsi di cancro, che rimane la causa primaria di decessi per motivi di lavoro nell'Ue.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    “Fondo monetario europeo? No, grazie”, il M5s boccia la proposta tedesca

  • Attualità

    “Brexit, il favore di Salvini a Farage: stop al rinvio e uscita immediata dall’Ue”

  • Lavoro

    Prodotti falsi, nell'Ue un business da 121 miliardi. Italia è tra i Paesi più colpiti

  • Attualità

    Cina e sicurezza, Lega critica l'Ue ma prova a mediare. Zanni: “Valuteremo rischi su Huawei”

I più letti della settimana

  • "Lasciate pignorare le case o niente soldi", l'Eurogruppo blocca i fondi per la Grecia

  • Cina, Prodi 'apre' al governo: "Italia intercetti la nuova via della seta". E sull'Ue: "Pane mezzo cotto"

  • Musulmani sotto attacco in tutta Europa. E 2 italiani su 3 non li accetterebbero in famiglia

  • Test alcolico pre-guida e sistema anti-distrazione: ecco i nuovi salva-vita obbligatori per le auto

  • Pensioni "care" e scuole senza fondi: sul sociale l'Italia spende più della Germania

  • Brexit, Londra esclude il No Deal (per ora). Cosa succede adesso

Torna su
EuropaToday è in caricamento