Diesel, costruttori europei all'attacco: "Nuovi modelli rispettano già i limiti di emissione 2020"

Secondo l'Acea, la gran parte dei 270 veicoli a gasolio di ultima generazione sono meno inquinanti. Uno studio dell'International Council on Clean Transportation aveva invece sollevato dubbi

Le auto diesel di ultima generazione emettono basse emissioni inquinanti e rispettano i limiti di legge. E' quanto sostiente l'associazione dei costruttori europei di automobili (Acea), che ha realizzato uno studio sui nuovi modelli a gasolio venduti in Europa.

Si tratta di risultati, specifica una nota dell'associazione, misurati in condizioni di guida reali dai conducenti delle varie autorità nazionali di omologazione. Nell'ultimo anno sono stati introdotti sul mercato europeo circa 270 nuovi tipi di auto diesel omologate secondo l'ultimo standard Euro 6, ricorda Acea. "Tutte queste auto diesel hanno registrato emissioni ben al di sotto della soglia" di ossidi di azoto (NOx) nei test delle emissioni reali, che si applica a tutti i nuovi tipi di auto da settembre 2017. Inoltre, "già oggi la maggior parte di questi veicoli mostra risultati che sono al di sotto dei limiti più severi, che saranno obbligatori da gennaio 2020", aggiunge l'Acea.

Dati che pero' contrastano con uno studio pubblicato lo scorso giugno dall'International Council on Clean Transportation, secondo cui le auto diesel rimangono altamente inquinanti. In base a un test, che sarebbe impossibile da falsificare dai produttori e che è stato eseguito su 370mila nuovi modelli messi in commercio nel Regno Unito, in Francia e in diversi altri Paesi Ue, lo studio rivela che i nuovi modelli diesel rilasciati nel 2016 erano ancora in media cinque volte superiori al limite ufficiale di riferimento dell'Ue che è di 0,08 mg di ossidi di azoto (NOx) per chilometro. I modelli del 2017 erano leggermente più puliti, ma pur sempre con emissioni quasi quattro volte superiori a quelle consentite.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • diesel avanti tutta.

Notizie di oggi

  • Lavoro

    Banche e risparmiatori truffati, perché l’Italia potrebbe chiedere i danni all’Ue

  • Attualità

    Stop alle aziende cinesi nei nostri appalti pubblici: Francia e Germania sfidano Pechino

  • Attualità

    “Gli italiani con l’euro”. E Borghi chiede la testa dell'addetto stampa del Parlamento Ue

  • Lavoro

    "No all'assunzione di 10mila guardie Ue di frontiera", l'Italia contro il piano di Frontex

I più letti della settimana

  • Cina, Prodi 'apre' al governo: "Italia intercetti la nuova via della seta". E sull'Ue: "Pane mezzo cotto"

  • Musulmani sotto attacco in tutta Europa. E 2 italiani su 3 non li accetterebbero in famiglia

  • “Gli italiani con l’euro”. E Borghi chiede la testa dell'addetto stampa del Parlamento Ue

  • Test alcolico pre-guida e sistema anti-distrazione: ecco i nuovi salva-vita obbligatori per le auto

  • Pensioni "care" e scuole senza fondi: sul sociale l'Italia spende più della Germania

  • Orban chiede scusa: “Non buttatemi fuori dal Ppe”

Torna su
EuropaToday è in caricamento