Glifosato, il Parlamento Ue non si arrende: lanciata una Commissione speciale sui pesticidi

Sconfitto sul bando del glifosato, Strasburgo ci riprova proponendo il mandato per una Commissione ad hoc che analizzi il sistema di autorizzazione di tutti i pesticidi. A febbraio la conferma della planaria, i lavori al via a marzo

Il Parlamento Ue ha perso la battaglia sul bando del glifosato, ma non demorde. Oggi la conferenza dei Presidenti ha infatti adottato il mandato per una Commissione speciale sulle procedure di autorizzazione dei pesticidi nella Ue, una proposta che dovrà ora essere approvata dalla plenaria nella prossima sessione di febbraio. 

Come funzionerà?

La Commissione, composta da 30 membri e con un mandato di 9 mesi, inizierà i suoi lavori a marzo. La sua creazione è figlia della risoluzione adottata a ottobre 2017 dalla stessa eurocamera ed in cui si chiedeva la fuoriuscita dal glifosato entro il 2022 ed una revisione della legislazione Ue sui pesticidi. A fine novembre gli Stati membri prendevano però un'altra strada, concendendo, con il voto contrario di Italia e Francia, al più famoso degli erbicidi il rinnovo dell'autorizzazione per 5 anni, ulteriormente rinnovabili (sempre che nel 2022 ci sia una nuova maggioranza a favore). 

Sconfitto sul bando, il Parlamento aumenta ora la sua pressione su tutto il dossier pesticidi.  

Verdi: "Analizzare le procedure che hanno portato al rinnovo del glifosato"

"Grazie ai Monsanto Papers, alla mobilitazione dei cittadini ed al lavoro degli ecologisti, la questione dell'utilizzo massiccio di glifosato e dei pesticidi può essere portato in primo piano sullo scenza politica europea", il commento del capogruppo dei verdi Philippe Lamberts. "Il nostro gruppo - insiste l'ecologista - incaricherà questa Commissione speciale di analizzare il cattivo funzionamento delle procedure che hanno portato al rinnovo del'autorizzazione del glifosato, in particolare a livello delle Agenzie Ue sulla sicurezza alimentare, Efsa, e della chimica, Echa". 

Potrebbe interessarti

  • Crociere da record, 7 milioni passeggeri nell'Ue: Italia prima destinazione

  • Sciopero Ryanair a fine agosto, ecco perché i piloti minacciano lo stop di 48 ore

  • Alta velocità Napoli-Bari, oltre 100 milioni dalla Commissione Ue

  • Crisi governo, Bruxelles 'promuove' Conte: "Ha fatto bene in contesto problematico"

I più letti della settimana

  • Crociere da record, 7 milioni passeggeri nell'Ue: Italia prima destinazione

  • Sciopero Ryanair a fine agosto, ecco perché i piloti minacciano lo stop di 48 ore

  • Alta velocità Napoli-Bari, oltre 100 milioni dalla Commissione Ue

  • "Il reddito di cittadinanza anche a noi", in Belgio favorevoli 6 su 10

  • Crisi governo, Bruxelles 'promuove' Conte: "Ha fatto bene in contesto problematico"

  • Migranti, la Lega musulmana all'Ue: "Aiutare l'Italia"

Torna su
EuropaToday è in caricamento