Glifosato, il Parlamento Ue non si arrende: lanciata una Commissione speciale sui pesticidi

Sconfitto sul bando del glifosato, Strasburgo ci riprova proponendo il mandato per una Commissione ad hoc che analizzi il sistema di autorizzazione di tutti i pesticidi. A febbraio la conferma della planaria, i lavori al via a marzo

Il Parlamento Ue ha perso la battaglia sul bando del glifosato, ma non demorde. Oggi la conferenza dei Presidenti ha infatti adottato il mandato per una Commissione speciale sulle procedure di autorizzazione dei pesticidi nella Ue, una proposta che dovrà ora essere approvata dalla plenaria nella prossima sessione di febbraio. 

Come funzionerà?

La Commissione, composta da 30 membri e con un mandato di 9 mesi, inizierà i suoi lavori a marzo. La sua creazione è figlia della risoluzione adottata a ottobre 2017 dalla stessa eurocamera ed in cui si chiedeva la fuoriuscita dal glifosato entro il 2022 ed una revisione della legislazione Ue sui pesticidi. A fine novembre gli Stati membri prendevano però un'altra strada, concendendo, con il voto contrario di Italia e Francia, al più famoso degli erbicidi il rinnovo dell'autorizzazione per 5 anni, ulteriormente rinnovabili (sempre che nel 2022 ci sia una nuova maggioranza a favore). 

Sconfitto sul bando, il Parlamento aumenta ora la sua pressione su tutto il dossier pesticidi.  

Verdi: "Analizzare le procedure che hanno portato al rinnovo del glifosato"

"Grazie ai Monsanto Papers, alla mobilitazione dei cittadini ed al lavoro degli ecologisti, la questione dell'utilizzo massiccio di glifosato e dei pesticidi può essere portato in primo piano sullo scenza politica europea", il commento del capogruppo dei verdi Philippe Lamberts. "Il nostro gruppo - insiste l'ecologista - incaricherà questa Commissione speciale di analizzare il cattivo funzionamento delle procedure che hanno portato al rinnovo del'autorizzazione del glifosato, in particolare a livello delle Agenzie Ue sulla sicurezza alimentare, Efsa, e della chimica, Echa". 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • il potere dei soldi resta ancora piu' forte della tutela degli interessi dei cittadini

Notizie di oggi

  • Lavoro

    Google News a rischio chiusura in Europa: "Colpa delle regole Ue sul copyright"

  • Attualità

    Dov’è finito il “tesoro” di Gheddafi? Italia nello scandalo che fa tremare banche e governi europei

  • Lavoro

    Niente fondi e “secondo spread”: la riforma di Merkel e Macron preoccupa l'Italia

  • Attualità

    Diritti dei passeggeri: le 10 cose da fare quando aerei, treni, bus o navi sono in ritardo

I più letti della settimana

  • Epidemia di borreliosi di Lyme a livelli “allarmanti”, Strasburgo chiede interventi

  • Manovra, il braccio di ferro con l'Ue potrebbe costare 60 miliardi l'anno

  • Dov’è finito il “tesoro” di Gheddafi? Italia nello scandalo che fa tremare banche e governi europei

  • Gilet gialli contro gli aumenti di benzina: il caso della protesta "social" che rischia di bloccare un Paese

  • Diritti dei passeggeri: le 10 cose da fare quando aerei, treni, bus o navi sono in ritardo

  • Reddito di cittadinanza, il governo tedesco “difende” la misura dei 5 stelle

Torna su
EuropaToday è in caricamento