I 5 Stelle sono i nuovi Verdi d’Italia, la Lega “una minaccia per il clima”

Nella classifica di Climate Action Network sul lavoro in Europa il M5s ottiene un risultato “molto buono”, mentre va male il Ppe e il Carroccio si posiziona all'ultimo posto delle delegazioni italiane. “Negano l'urgenza dell'azione in materia”

Il Movimento 5 Stelle in Europa ha un cuore molto ‘green’, e lo dimostra il suo lavoro nelle istituzioni europee. Lo speciale studio di Climate Action Network (Can), l’ombrello di ong attive nella lotta ai cambiamenti climatici, permette di evidenziare la natura ecologista dei pentastellati, che in materia hanno molto da insegnare ai partner di governo della Lega, invece decisamente distratta sulle questioni climatico-ambientali. Gli autori dello studio hanno diviso gli eurodeputati in “difensori” del clima, purtroppo una minoranza, in “temporeggiatori” (la maggioranza), politici che non negano il problema climatico ma che non agiscono in modo urgente. A loro si uniscono infine i “dinosauri”, quanti non vogliono agire contro i cambiamenti climatici. Il Partito popolare europeo si trova in quest’ultima categoria.

Bene il M5s, male i suoi alleati

Il Movimento 5 Stelle ottiene ottimi risultati ma si trova in pessima compagnia. Nella classifica generale che Can stila per attività di gruppo parlamentare l’Efdd, il gruppo in cui siedono i pentastellati, risulta nella categoria di coloro che tendono a rinviare il problema invece di affrontarlo. “L'Efdd ha un punteggio moderatamente cattivo ed è uno dei gruppi più divisi al Parlamento europeo”, rileva l’Ong nel suo giudizio. Da un lato ci sono i 5 Stelle con un punteggio complessivo “molto buono”, l’unico partito del gruppo a superare il 50%, e pure abbondantemente (85,8% il punteggio). Dall’altro lato gli alleati, non pervenuti.

Male la Lega e i partiti di destra

Diverso il giudizio per la Lega di Matteo Salvini, prossima allo ‘zero assoluto’ (0,8%), peggiore partito tra tutte le delegazioni italiane in Parlamento europeo sulle questioni climatico-ambientali. Un risultato, quello del Carroccio, che a detta di Climate Action Europe “mostra una forte negazione dell'urgenza dell'azione per il clima”, comprovando che “i partiti nazionalisti non possono offrire soluzioni alla crisi climatica”. Più in generale, il gruppo in cui siede la Lega, l’Enf, dimostra che “l'estrema destra è una minaccia per il clima, così come lo è per l'Ue”.

Potrebbe interessarti

  • Crociere da record, 7 milioni passeggeri nell'Ue: Italia prima destinazione

  • 507 migranti fermi in mare. E il centrosinistra spagnolo fa come Salvini

  • Il Lussemburgo sarà il primo Paese Ue a legalizzare (davvero) la cannabis

  • Migranti, tutte le leggi che viola Salvini

I più letti della settimana

  • Crociere da record, 7 milioni passeggeri nell'Ue: Italia prima destinazione

  • 507 migranti fermi in mare. E il centrosinistra spagnolo fa come Salvini

  • Migranti, tutte le leggi che viola Salvini

  • "Portate la Tav anche al Sud", l'appello di Al Bano a Bruxelles

  • “Alcoltest nei porti per bloccare camionisti e conducenti in stato d’ebbrezza”

  • Altro che taglio delle accise: il diesel più caro d'Europa è in Italia

Torna su
EuropaToday è in caricamento