Clima, dagli Stati Ue solo 500 milioni in più

Il Parlamento europeo aveva chiesto ulteriori 2 miliardi. Ma il Consiglio ha limato gli aumenti anche su altre voci di bilancio

Alla fine Parlamento e Consiglio Ue hanno trovato un compromesso sul bilancio comunitario, un compromesso che però disattende gli obiettivi più ambiziosi, come quello di sostenere con più forza l'azione per contrastare i cambiamenti climatici.

Il budget

In totale il budget 2020 prevede impegni totali per 168,7 miliardi pari a un aumento dell'1,5% rispetto al 2019 e i pagamenti totali ammontano a 153,6 miliardi (3,6% rispetto al 2019). L'obiettivo, indica il Consiglio, è assicurare pagamenti nei tempi previsti ai beneficiari ed evitare l'accumulo di richieste di pagamento nei prossimi anni in particolare per la politica di coesione.

Clima

L'accordo prevede di aumentare l'attenzione verso le misure pro clima in diverse aree: ricerca e sviluppo (Orizzonte 2020), infrastrutture dei trasporti e dell'energia (meccanismo per collegare l'Europa) e azione esterna. L'aumento sarà però di soli 500 milioni in più, molto meno dei due miliardi chiesti dall'Aula di Strasburgo il mese scorso.

Compromesso non soddisfacente

"Siamo riusciti ad aggiungere 850 milioni di euro per le priorità del Parlamento al progetto di bilancio della Commissione: clima (oltre 500 milioni di euro), innovazione, ricerca e sviluppo e gioventù. In particolare, il programma di ricerca Horizon 2020 è aumentato di 402 milioni di euro e il Connecting Europe Facility di 133 milioni di euro grazie agli sforzi e alla nostra posizione unita", ha rivendicato la popolare tedesca Monika Hohlmeier, che ha guidato i negoziati per i deputati. Il compromesso raggiunto lo ha però definito “non interamente soddisfacente” parando di “delusione” per “l'atteggiamento dei Paesi contribuenti netti, che non sono disposti a mettere mano al portafogli e porre fine a questa eterna discrepanza tra i grandi annunci dei leader e il controllo della realtà dei loro ministri delle finanze”.

Le varie voci

Ulteriori fondi sono stati inoltre assegnati al programma Life, che riceverà 590 milioni di euro, e all'Agenzia europea dell'ambiente per l'assunzione di nuovo personale (+6%) per sostenere la lotta ai cambiamenti climatici. Tra gli elementi dell'intesa, che entro 14 giorni dovrà essere approvata formalmente da Consiglio e Parlamento Ue, c'è il sostegno a crescita e competitività con 25,3 miliardi di euro (+ 7,9% rispetto al 2019), che include maggiori fondi per Orizzonte 2020 (13,5 miliardi di euro in totale, +8,8%), sistemi di navigazione satellitare europei (EGNOS e Galileo) (1,2 miliardi di euro, +74,8%), la componente energetica del meccanismo per collegare l'Europa (1,3 miliardi di euro , +35,0%). Erasmus + riceverà 2,9 miliardi (+3,6%) per sostenere gli scambi di giovani. Per contrastare la disoccupazione giovanile nelle regioni più colpite, la dotazione è stata fissata a 145 milioni di euro. Nei settori della sicurezza e della migrazione, per il Fondo Asilo, migrazione e integrazione sono stati stanziati 949 milioni di euro, incluso il sostegno agli Stati membri che si trovano in 'prima linea'. Il Fondo Sicurezza interna riceverà 501 milioni. Ulteriori finanziamenti rispetto al 2019 saranno previsti per diverse agenzie, anche per l'assunzione di nuovo personale da parte di Frontex (+191 mln), l'Ufficio europeo di sostegno per l'asilo (+82 mln), Europol (+24 mln) e la Procura europea (+10 mln ). Eurojust riceverà ulteriori 3,7 milioni.

Azione esterna

Poi sono stati rafforzati gli strumenti di azione esterna per coprire il contributo Ue per la Siria e per combattere le cause profonde della migrazione attraverso la finestra del Nord Africa del Fondo fiduciario Ue per l'Africa. Come nel 2018 e nel 2019, i fondi di preadesione per la Turchia sono stati notevolmente ridotti rispetto al progetto di bilancio proposto dalla Commissione (-85 milioni di euro), tenuto conto dell'allontanamento della Turchia dai valori Ue. Più fondi, invece, sono stati previsti per i Balcani occidentali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco gli aerei più pericolosi da non prendere, l'Ue pubblica la 'lista nera'

  • Finlandia, la nuova premier ha 34 anni e due mamme

  • Auto elettriche, 7 Paesi Ue finanziano l'industria delle batterie. C'è anche l'Italia

  • “Stop ai barconi, porteremo 50mila migranti in Europa con i corridoi umanitari”

  • Armi made in Italy in crescita. E Leonardo è nella top-10 mondiale delle imprese belliche

  • “Brucia il Palazzo Ue”, la protesta per il clima di Greenpeace finisce con oltre 50 arresti

Torna su
EuropaToday è in caricamento