Il Regno Unito vuole sviluppare il primo esercito con carri armati ecologici

Il capo di Stato maggiore: “Dobbiamo guidare il mondo nello sviluppo di equipaggiamenti militari che non siano solo vincenti nelle battaglie ma anche sostenibili”

Foto archivio Ansa

Le istanze ambientaliste stanno si stanno diffondendo sempre più nel mondo, con i cittadini dei diversi paesi che hanno capito l'importanza della otta ai cambiamenti climatici. Cittadini e imprese stanno cambiando, seppure lentamente, le proprie abitudini. E adesso a quanto pare anche gli eserciti sarebbero pronti a fare la propria parte, o almeno quello britannico.

Carri armati a energia solare

Il Regno Unito sta pensando di sostituire i suoi attuali mezzi alimentati a carburanti fossili con veicoli e carri armati alimentati a energia pulita, come quella solare. Parlando alla alla fiera Defence & Security Equipment International, il capo di Stato maggiore, il generale Mark Carleton-Smith, ha sostenuto che "una reputazione filo-ecologista è essenziale per i reclutamenti futuri nelle Forze armate britanniche".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La sfida ecologista

Per il generale “la sfida, e la vera opportunità commerciale, è puntare in alto e guidare il mondo nello sviluppo di equipaggiamenti militari che non siano solo vincenti nelle battaglie ma anche sostenibili dal punto di vista ambientale”. Secondo Carleton-Smith ciò offrirebbe "notevoli vantaggi operativi all'esercito britannico, come la riduzione della nostra resistenza logistica, e porrebbe anche l'esercito dalla parte giusta della discussione ambientale, specialmente agli occhi di quella nuova generazione di reclute che prendono sempre più decisioni di carriera basate su un credenziali ambientali del potenziale datore di lavoro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Noi lavoriamo per pagare le vacanze agli italiani", settimanale olandese contro gli aiuti Ue

  • Una targa personalizzata Covid 19: "L'ho fatto per ricordare alle altre auto di tenere la distanza"

  • "Il Covid-19 non è nato nel mercato di Wuhan", studio cinese riscrive la storia del virus

  • Voli, voucher al posto del rimborso: Bruxelles striglia i governi. Ma rispondono solo in 12

  • I turisti dal Nord Italia sono un rischio: non lo dice la Grecia ma l’Europa

  • Anche Orban contro il piano di aiuti Ue all'Italia: "Finanzia i ricchi coi soldi dei poveri"

Torna su
EuropaToday è in caricamento