Acqua gratis (o quasi) al ristorante, ok del Parlamento Ue

Gli italiani sono i primi in Europa per consumo dal rubinetto. E adesso Strasburgo chiede misure per migliorare la qualità e diminuire gli acquisti in bottiglia: "Risparmi per 600 milioni e meno inquinamento"

Bere l'acqua dal rubinetto fa bene all'ambiente e alle tasche dei cittadini. E in questo, gli italiani sono un "modello" per l'Europa, dato che siamo i primi tra i Paesi Ue per consumo pro-capite: ne beviamo ben 243 litri a testa al giorno, il doppio di tedeschi, francesi e in generale del resto dell'Unione. Un modello che adesso il Parlamento europeo vuole applicare in tutti gli Stati membri: l'aula di Strasburgo ha infatti approvato un pacchetto di misure "per aumentare la fiducia dei consumatori nell'acqua di rubinetto, più economica e pulita dell'acqua in bottiglia". Tra queste, la richiesta che nei ristoranti e nelle mense l'acqua sia servita gratis o a basso costo.

Cosa prevede il testo

La legislazione inasprisce i tetti massimi per alcuni inquinanti come il piombo (da dimezzare), i batteri nocivi e introduce nuovi limiti per alcuni interferenti endocrini. Introduce inoltre il monitoraggio dei livelli di microplastica, un problema rivelato di recente. Tra i nuovi doveri a carico degli Stati membri c'è quello "di garantire l'accesso universale all'acqua pulita e migliorare l'accesso all'acqua nelle città e nei luoghi pubblici, attraverso la creazione di fontane gratuite, laddove cio' sia realizzabile dal punto di vista tecnico e proporzionato all'esigenza di tali misure".

foro acqua rubinetto-2

Acqua gratis al ristorante

Il Parlamento chiede inoltre che l'acqua del rubinetto sia fornita gratuitamente, o a basso costo, nei ristoranti, nelle mense e nei servizi di ristorazione. "Facendo seguito alla loro risoluzione sull'iniziativa popolare "Right2Water", i deputati ribadiscono la necessità che gli Stati membri si concentrino anche sulle esigenze dei gruppi vulnerabili della società in termini di accesso all'acqua: in particolare, dovrebbero identificare le persone senza accesso, o con accesso limitato all'acqua, compresi i gruppi vulnerabili ed emarginati, e valutare i modi per migliorare il loro accesso. Dovrebbero inoltre informarli in modo chiaro su come allacciarsi alla rete di distribuzione o sui modi alternativi di accesso all'acqua potabile".

Risparmi per 600 milioni

Secondo la Commissione europea, un minore consumo di acqua in bottiglia potrebbe aiutare le famiglie dell'Ue a risparmiare oltre 600 milioni di euro all'anno. Inoltre, grazie alla maggiore fiducia nell'acqua di rubinetto, i cittadini possono contribuire a ridurre i rifiuti di plastica dall'acqua in bottiglia, compresi i rifiuti marini. Le bottiglie di plastica sono uno degli articoli di plastica monouso più diffusi sulle spiagge europee. Adesso la proposta passa nelle mani degli Stati membri per l'approvazione definitiva.

impatto acqua-2

Potrebbe interessarti

  • Crociere da record, 7 milioni passeggeri nell'Ue: Italia prima destinazione

  • "Provoca terremoti", chiude il più grande giacimento di gas naturale d'Europa

  • Sciopero Ryanair a fine agosto, ecco perché i piloti minacciano lo stop di 48 ore

  • Alta velocità Napoli-Bari, oltre 100 milioni dalla Commissione Ue

I più letti della settimana

  • "Provoca terremoti", chiude il più grande giacimento di gas naturale d'Europa

  • Alta velocità Napoli-Bari, oltre 100 milioni dalla Commissione Ue

  • Crisi governo, Bruxelles 'promuove' Conte: "Ha fatto bene in contesto problematico"

  • "Il reddito di cittadinanza anche a noi", in Belgio favorevoli 6 su 10

  • Carbone, 5 Paesi Ue continuano a produrlo. Dal 1990 consumo dimezzato

  • Migranti, la Lega musulmana all'Ue: "Aiutare l'Italia"

Torna su
EuropaToday è in caricamento